Il Palermo apre la crisi del Frosinone

Share

Più equilibrato il confronto tra Cesena e Carpi, con Castori che ritroverà il suo recentissimo passato, da brividi Novara-Brescia che mette in palio tre punti di fondamentale importanza per entrambe le formazioni.

Queste le dichiarazioni di Bruno Tedino, tecnico del Palermo, ai microfoni di Sky Sport prima della gara contro il Frosinone. A decidere la gara un gol di Gnahorè in avvio di ripresa. Al 36' la risposta gialloblu con Dionisi, il cui colpo di testa è respinto da Pomini.

Il Frosinone è mancato nella reazione dopo aver giocato alla pari nel primo tempo, creando numerose occasioni sventate da Pomini, decisivo tre volte al 40' sui tentativi di Ciano, Dionisi e Chibsah e poco prima su Dionisi.

Buona partenza del Palermo che dopo quattro minuti si fa vedere con Nestorovski che, servito da Coronado, calcia di potenza dal limite ma Vigorito risponde presente. I rosanero sono ordinati nel chiudere gli spazi e i rifornimenti per gli attaccanti, con i ciociari costretti ad attaccare con lanci lunghi e non in maniera ragionata. Gli uomini di Tedino non concedono palle-gol agli avversari e chiudono la partita in completa sicurezza.

Astori, l'autopsia: "Bradiaritmia la causa della morte"
L'avvocato Raffaele Conte, nominato legale del club toscano, ha dichiarato: "Non lo abbiamo chiesto a tutela della Fiorentina ". La Procura ha così firmato il nulla osta per la restituzione della salma ai familiari.

Palermo: Pomini 7, Dawidowicz 6, Struna 7, Bellusci 6,5, Rispoli 6,5, Gnahoré 7, Jajalo 6,5, Coronado 7 (89' Trajkovski s.v.), Rolando 6,5 (76' Szyminski s.v.), Nestorovski 6 (83' Murawski s.v.), La Gumina 6,5. All.

FROSINONE: 27 Vigorito; 23 Brighenti, 15 Ariaudo, 26 Terranova; 13 M. Ciofani (dal 13′ s.t. Paganini), 8 Maiello, 35 Chibsah, 11 Beghetto; 28 Ciano (dal 25′ s.t. Matarese); 9 D. Ciofani (cap.), 18 Dionisi.

Note - Ammoniti: Bellusci, Nestorovski (P); Chibsah, Terranova, M. Ciofani (F).

Share