Pornostar fa causa a Trump: "Nullo l'accordo per tacere"

Share

E soprattutto dopo le recenti rivelazioni dell'avvocato di Trump, Michael Cohen, che ha riferito di aver pagato di tasca sua 130mila dollari nel 2016 per il silenzio dell'attrice porno. Il legale dell'attrice, infatti, ha denunciato che la sua assistita è stata sottoposta ad unaserie di attacchi intimidatori con il preciso intento di indurla al silenzio su un argomento tanto scottante, che se da un lato metterebbe sicuramente in discussione il matrimonio tra Melania e Donald Trump, dall'altro getterebbe ancor più ombre su un uomo tanto chiaccherato e discusso per le sue love story e approcci nei confronti delle donne.

La causa civile, che è stata depositata alla Corte Suprema di Los Angeles, e di cui l'emittente NBC News è venuta a sapere prima di tutti, afferma che l'accordo non è valido perché, anche se è stato sottoscritto sia dall'avvocato della donna che da quello del presidente, Michael Cohen, non è stato firmato da Trump.

Balotelli: "Un nero nella Lega? Vergogna". Salvini: "SScarso in campo e fuoti"
Lo dice il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi in un videomessaggio . Il voto ha "punito l'arroganza di Renzi e dei suoi ".

"L'accordo imponeva diverse condizioni e obblighi non solamente per Trump". Come è consuetudine, era chiaro in ogni momento che, a meno che tutte le parti non avessero firmato i documenti richiesti, l'accordo di riservatezza, con tutti i suoi termini e condizioni, sarebbe stato nullo. "Abbiamo presentato ricorso chiedendo un ordine del tribunale per invalidare il supposto accordo sul 'silenzio' tra la nostra cliente Stephanie Clifford, in arte Stormy Daniels, e Donald Trump", ha precisato il legale. Inoltre "verso il 13 febbraio Cohen ha diffuso un comunicato relativo a Clifford e all'esistenza di un accordo di confidenzialità senza il consenso di lei". La relazione intima fra i due, stando alle deposizioni di Stormy Daniels, il cui vero nome è Stephanie Clifford, è iniziata "nel 2006 a Lake Tahoe ed è continuata fino al 2007". Il miliardario ha sposato Melania Knauss nel 2005 e il figlio Barron è nato a marzo del 2006. Subito erano fioccate le smentite da parte degli addetti stampa della Casa Bianca, che avevano parlato di "storie vecchie, già negate durante la campagna elettorale".

"In base all'accordo, l'attrice avrebbe ottenuto 130.000 dollari".

Share