Android P: ecco il nuovo Pixel launcher disponibile al download per tutti

Share

La timeline che condurrà al rilascio delle prossime Developer Preview di Android P e alla versione definitiva del sistema operativo, prevista per il terzo trimestre dell'anno (immagine: Android). Sono stati semplificati i notification channel ed è stato introdotto un nuovo supporto, per usufruire al meglio dei contenuti di YouTube, Play Movies e di altre applicazioni in HDR.

Una delle più importanti novità risiede nel sistema delle notifiche, il quale risulterà nettamente migliore rispetto quello attuale, ampliandone le funzionalità e modificando alcuni aspetti estetici, come la possibilità per le applicazioni di messaggistica, di contenere sticker e immagini direttamente nella barra delle notifiche, mostrare intere conversazioni con i singoli contatti, rispondere rapidamente e molto altro. Come previsto, Android P consente un'interfaccia migliore supportando la tacca, che troveremo su molti modelli di smartphone Android nel 2018.

Siamo probabilmente ormai a poche settimane dal lancio, stando a quanto sbandierato dai rumors, della developer preview di Android P. Fra le prime cose che saltano all'occhio, il supporto al famoso "notch", la tacca presente in alto, che buca il display (per capirci, pensate all'iPhoneX e alla zona nera dove sono alloggiati la fotocamera e vari sensori).

Wiko View2 Pro

Il sistema operativo offrirà maggiore protezione agli utenti, impedendo l 'accesso ai microfoni o fotocamere da parte delle applicazioni, senza l'esplicito consenso dell'utente. Infine, per quanto riguarda la gestione della batteria, Android P permetterà un maggior risparmio grazie ad un nuovo aggiornamento del sistema Doze, che utilizzerà le app in stand-by, limitandone le funzioni in background.

Spazio anche all'intelligenza artificiale con l'arrivo di API appositamente progettate.

Trenta infermieri vercellesi ricevuti da Papa Francesco
E ha ricordato che il Signore è sempre pronto a perdonarci "a patto che" noi perdoniamo gli altri . Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Share