Vaccini, nessun bambino fuori da scuola il 10 marzo

Share

A parlare è il delegato alla sanità ed edilizia sportiva, Roberto Oertel, che ha ricordato come la legge preveda che la mancata presentazione della documentazione entro il 10 marzo venga segnalata entro i successivi dieci giorni, dai dirigenti scolastici delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione e dai responsabili dei servizi educativi per l'infanzia, dei centri di formazione professionale regionale e delle scuole private non paritarie, all'azienda sanitaria locale. Le prime il 10 marzo consegneranno alle scuole gli elenchi con i bambini non in regola.

Intanto sono già note le tempistiche dei vaccini per il prossimo anno scolastico: per chi iscrive il figlio ad asili e scuola elementare la procedura resta uguale, ossia quella di presentare un'autocertificazione in cui si certifica l'avvenuta vaccinazione o copia della prenotazione dell'appuntamento presso l'Asl. Se genitori, tutori o affidatari non avranno presentato la documentazione, i bambini saranno sospesi, pur rimanendo iscritti, e potranno essere riammessi solo dopo la presentazione della documentazione.Vaccini: Toscana, nidi e materne, sospesi bimbi non in regola Per coloro che frequentano la scuola dell'obbligo (7-16 anni) la mancata presentazione della documentazione non determinerà il divieto di accesso né impedirà la partecipazione agli esami. Saranno considerati in regola anche chi ha preso appuntamento non per la somministrazione del vaccino, ma per un colloquio propedeutico.

Per coloro che frequentano la scuola dell'obbligo (7-16 anni) la mancata presentazione della documentazione non determinerà il divieto di accesso né impedirà la partecipazione agli esami. Anche nell'ultima emanata il 27 febbraio dai due ministeri si specifica che entro questo sabato i genitori inadempienti "che abbiano presentato la dichiarazione sostitutiva, dovranno presentare alle scuole la documentazione comprovante l'effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie".

Attentato alla sede di CasaPound Trento. Ordigno esplode all'entrata de il Baluardo
Sono stati danneggiati sia l'entrata del locale che la serranda; nessuna persona, invece, è rimasta coinvolta. Fortunatamente nessuno è stato ferito dall'esplosione, che ha causato "solo" danni materiali.

Tutte queste regole valgono solo per l'anno scolastico in corso, 2017-2018. Tuttavia ci sarà tempo fino al 10 luglio 2019 per presentare la certificazione definitiva che provi l'avvenuta vaccinazione.

L'annuncio della Regione è perentorio: saranno sospesi da nidi e scuole materne, in Toscana, i bambini non in regola con l'obbligo vaccinale.

Dieci sono le vaccinazioni obbligatorie - conclude il delegato Oertel - per i minori di età compresa tra zero e sedici anni: anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella.

Share