Borsa: Milano allunga (+1,6%), bene Tim

Share

In avvio a Francoforte il Dax scivola dello 0,63%, a Parigi il Cac40 cede lo 0,21% e a Londra l'indice Ftse100 segna un +0,04%.

Piazza Affari per ora si mette alle spalle le ansie legate all'incerta situazione politica italiana e, confortata da uno scenario globale piu' sollevato sui temi dei dazi Usa e della Corea del Nord, mette a segno un significativo rimbalzo trainato dai casi Telecom Italia e Fiat Chrysler. In rialzo anche Fca (+5,7%), in scia alle dichiarazioni rilasciate da Sergio Marchionne a margine del Salone dell'auto di Ginevra. Meglio Intesa Sanpaolo che ha perso l'1,41%. Inoltre Moody's ha alzato da 'Ba3' 'Ba2' il Corporate Family Rating e da 'B1' a 'Ba3' il rating sulle obbligazione emesse o garantite, con outlook stabile. Euro/dollaro sopra 1,247 a 1,2408. La discesa del biglietto verde, agevolata dal ritorno della propensione al rischio, favorisce le materie prime, con l'oro in ascesa a 1.338 dollari l'oncia.

Delitto Renata Rapposelli, arrestati all'alba marito e figlio
Alle 6.30 nella loro abitazione di Giulianova sono stati arrestati il figlio Simone e l'ex marito Giuseppe Santoleri. I dettagli sull'arresto verranno illustrati in una conferenza stampa alle 11 in Procura ad Ancona .

Per quanto riguarda i titoli, partenza in rally per Telecom Italia (+6% in avvio e poi assestata a +4,7%) in attesa del Cda sul piano strategico e dopo le indiscrezioni secondo cui il fondo Elliott Management starebbe accumulando quote, nel tentativo di contrastare il modo in cui il maggiore investitore dell'operatore italiano, la conglomerata francese dei media Vivendi, sta gestendo le attività.

Sull'obbligazionario lo spread tra il Btp e il Bund chiude in calo a 132 punti base dai 135 punti di ieri. Arretra leggermente, riportandosi sotto la soglia del 2% del closing della vigilia, il rendimento del decennale italiano indicato stamattina in avvio all'1,99%.

Share