WhatsApp, nuovo aggiornamento con notifica anti 'Catene di Sant'Antonio'

Share

WhatsApp appare comunque intenzionata a percorrere la strada della monetizzazione passando per i potenziali introiti dell'advertising, quindi è lecito attendersi ulteriori novità in merito. Dopo i recenti messaggi riguardanti un buono sconto IKEA (smentito dalla stessa società svedese) o il ritorno di WhatsApp a pagamento, questa volta gli hacker hanno messo escogitato un nuovo sistema, più prevedibile degli altri casi, di raggiro degli utenti. Una soluzione che ha permesso alla piattaforma di essere tra i primi posti nella speciale classifica delle app più scaricate al mondo.

Da tempo, gli amanti della mela morsicata attendono implementazioni di particolare sostanza, in merito a WhatsApp e - infatti - non sono in pochi coloro che, per colmare il gap rispetto a Telegram, chiedono a gran voce una versione della messaggistica in verde utilizzabile direttamente dagli Apple Watch.

In queste ore moltissimi utenti hanno ricevuto un messaggio da un numero sconosciuto con l'invito a cliccare su un link che promette, come sempre, guadagni facili e veloci. Se si dovesse ricevere il messaggio della truffa della lotteria su WhatsApp, l'unica cosa da fare è cancellare subito il messaggio e avvertire le autorità per evitare che questo raggiro si diffonda. Con questo aggiornamento, toccherà allo stesso Whatsapp a riconoscere l'arrivo di una catena di Sant'Antonio sul telefonino, invierà una notifica al ricevente con l'invito a prestare attenzione al messaggio potenzialmente dannoso.

Sampdoria, Giampaolo: "Bergamo non sarà una sfida decisiva"
Domani serviranno giocatori forti fisicamente. "E' stata una settimana particolare fra neve, pioggia e freddo". Formazione? Abbiamo due indisponibili (Bereszinsky e Ramirez , ndr), gli altri ci sono, la squadra sta bene".

E' probabile che agli utenti sarà data la possibilità di visualizzare o meno inserzioni pubblicitarie così come quella di decidere se condividere (o meno) informazioni rilevanti con la piattaforma.

Sebbene questo sia un modo molto pratico, non è l'unico.

Scegliamo quello che vogliamo scaricare tramite il nostro piano dati, considerando che i video sono, mediamente, l'elemento più pesante.

Share