Neve e gelo colpiscono soprattutto i treni, come mai?

Share

Per richiedere l'indennizzo si può compilare il form online oppure rivolgersi all'agenzia di viaggio che ha emesso il biglietto, oppure chiamando il call center di Trenitalia. Ritardi anche sulla linea adriatica, sulla direttrice Ancona-Bari.

- Treni regionali: un piano di emergenza attivato da Rete Ferroviaria Italiana (RFI) comporterà una riduzione dell'offerta dei treni regionali in Liguria, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana e Lazio. Tornata alla normalità la situazione, invece, nel nodo di Roma, che ieri era andato in tilt per l'emergenza maltempo. Subito dopo questo infatti, il Codacons ha presentato un esposto a 104 Procure della Repubblica di tutta Italia in cui si chiede di aprire inchieste sul territorio per accertare cause e responsabilità dei pesantissimi disagi che hanno interessato il sistema treni.

Un caso limite che dà l'idea della giornata appena passata e ancora non finita: da Reggio Calabria a Torino Porta Nuova in, udite udite, 29 ore complessive di viaggio.

Proseguono i disagi legati al gelo e maltempo per i viaggiatori.

Gattuso: "Risultato importante ma dobbiamo continuare a lavorare"
La squadra sta facendo cose diverse. "La squadra è viva e ci mette tutto, voglio vedere sempre questo atteggiamento". Abbiamo affrontato una squadra fortissima, che ha tecnica e fisicità e siamo stati bravi.

La situazione sulle principali linee ferroviarie italiane è particolarmente disagiata al Sud a causa delle nevicate che hanno coinvolto il nodo di Napoli. "Ad acuirlo anche un guasto a un treno Italo nella tratta Roma-Firenze". Ci sono modifiche alla circolazione anche in Abruzzo, Campania, Marche, Molise, Umbria, Valle d'Aosta, Veneto. La Costa Smeralda si è svegliata sotto una coltre di fiocchi bianchi, che continuano a cadere. In questa sezione si potranno inserire tutte le informazioni sul proprio viaggio; l'operazione sarà possibile da un minimo di 24 ore dopo il viaggio ad un massimo di 12 mesi dopo la data di partenza.

50% del prezzo del biglietto per un ritardo di almeno 120 minuti. Alcuni treni dell'Alta Velocità hanno avuto ritardi fino a sette ore, quelli da e per Napoli fermano nella stazione di Roma Tiburtina, non a Termini.

La neve ha causato ritardi e cancellazioni sulla rete ferroviaria, costringendo viaggiatori e pendolari a lunghe e gelide attese nelle stazioni.

Trenitalia rende noto che i clienti che hanno dovuto rinunciare al loro viaggio sui treni della lunga percorrenza hanno diritto al rimborso integrale del biglietto. Trenitalia ha garantito il rimborso totale del biglietto per i viaggiatori giunti a destinazione con un ritardo superiore a 3 ore, nonostante le normative europee impongano un indennizzo del solo 50%. Per i rimborsi dei treni regionali dovete invece andare a questa pagina del sito della compagnia, mentre qui trovate la guida completa ai rimborsi. Secondo quanto reso noto dalla Gesac sono stati cancellati 30 voli in arrivo, tra ieri sera e stamane, e 29 in partenza; quattro sono stati dirottati in altri scali.

Share