Sclerosi multipla, i passi in avanti sono sempre più significativi

Share

In occasione dei suoi 50 anni di attività, l'AISM - Associazione Italiana Sclerosi Multipla - presenta Benvenuta Gardensia!, la campagna dedicata alle donne con sclerosi multipla. Lo studio, condotto dal professor Luca Massacesi, ordinario di neurologia dell'Ateneo fiorentino e direttore del dipartimento di neurologia 2 di Careggi, dimostra la possibilità di fare una diagnosi più accurata della sclerosi multipla, con una nuova metodologia di analisi delle immagini di risonanza magnetica, in modo da distinguerla con precisione da patologie che la "mimano" come le malattie infiammatorie delle piccole arterie cerebrali.

Il 3, il 4 e l'8 marzo, per la Festa della Donna, in 90 piazze di Brescia e provincia 250 volontari della sezione AISM di Brescia invitano a scegliere (con un contributo minimo di 15 euro l'una) una pianta di gardenia o una di ortensia, o entrambe, per sostenere la ricerca e l'assistenza, due facce della stessa medaglia: l'impegno a fianco delle persone con sclerosi multipla. La precisione della diagnosi, sugli 83 pazienti oggetto della ricerca, è stata del 100 per cento, senza alcun errore di identificazione tra la sclerosi multipla e le vasculopatie infiammatorie.

Maltempo, domani a Genova scuole chiuse per neve
Nevicate diffuse sono segnalate in quasi tutta la Toscana: in Chianti la Città metropolitana segnala accumuli di 5 centimetri. Dopo i valori particolarmente bassi degli ultimi giorni, oggi intanto le temperature registrate sono in sensibile aumento.

La sclerosi multipla è una malattia spesso invalidante che colpisce il sistema nervoso centrale e che tende a manifestarsi principalmente fra i venti e i trent'anni con incidenza maggiore sulle donne rispetto agli uomini. Il 50% delle persone con SM è giovane e riceve la diagnosi quando ancora non ha compiuto i 40 anni, in un periodo della vita ricco di progetti e aspettative. Queste alterazioni, che sono pro-infiammatorie, nelle forme progressive di sclerosi multipla vengono svolte nel sistema nervoso centrale dai macrofagi provenienti dalla circolazione periferica e dalla microglia. I sintomi associati alla sclerosi multipla sono diversi, tra questi anche la difficoltà nel linguaggio, la riduzione di forza muscolare, di sensibilità, disturbi cognitivi e nell'85% delle persone prevale il sintomo più comune definito anche il peggiore della malattia: la fatica. Inoltre, fino all'11 marzo è possibile inviare un sms solidale al 45567, donando due euro per sostenere la ricerca. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Coop Voce e Tiscali.

Sono tanti i personaggi noti che hanno deciso di aderire alla campagna.

Share