Samsung Pay è arrivato in Italia, ecco i dispositivi che lo supportano

Share

Attualmente Samsung Pay supporta le carte VISA, Mastercard, Maestro e V PAY delle banche Mediolanum, BNL, CheBanca!, Hello Bank!, Intesa San Paolo, Nexi e Unicredit, ma è anche possibile aggiungere manualmente carte fedeltà tramite la fotocamera, nel caso non siano già presenti nell'app.

In Italia è disponibile la versione Beta di Samsung Pay dopo tre anni dall'arrivo sul mercato del servizio in Corea del Sud. Per maggiori informazioni, potete visitare il sito ufficiale dell'azienda. Sotto tutti i dettagli. Da oggi, invece, Samsung Pay è utilizzabile anche dagli utenti italiani che abbiano un conto aperto presso uno degli istituti bancari partner dell'azienda sudcoreana.

Per chi non lo ricorda stiamo parlando del sistema di Samsung per effettuare i pagamenti tramite i propri smartphone in modo semplice e sicuro, tramite il chip NFC o la tecnologia MST (Magnetic Secure Transmission).

Al momento sono supportati Galaxy Note 8, Galaxy S8 e S8 Plus, Galaxy A8, Galaxy S7 Edge, Galaxy S7, Galaxy A5 2017 e Galaxy A5 2016. Il servizio è disponibile solo sui device commercializzati da Samsung Electronics Italia, non importati o di altra nazionalità.

Catania, l'agguato di Licodia: coma indotto per il fratello della vittima
L'ipotesi privilegiata dai carabinieri che indagano è che il movente sia legato al lavoro delle due vittime. Indagano i carabinieri del Nucleo operativo del comando provinciale e della compagnia di Caltagirone .

Samsung Pay funziona quasi ovunque venga accettata una carta di credito, debito o prepagata.

Chi ha i requisiti per partecipare all'anteprima di Samsung Pay deve compilare il form all'indirizzo https://www.samsung.com/it/services/samsung-pay/ e seguire le istruzioni per registrarsi a Samsung Pay e scaricare l'app per iniziare ad utilizzare il servizio.

Quando si è in negozio, per pagare con Samsung Pay bisogna avviare l'app Samsung Pay con un tocco sulla parte inferiore dello schermo, quindi va selezionata la carta desiderata su cui addebitare la spesa, va completata l'identificazione (impronta digitale/scansione dell'iride/PIN a seconda di cosa offre il proprio smartphone e di cosa si è impsotato) e infine basta avvicinare lo smartphone al terminale di pagamento in negozio: pochi secondi e la transazione viene completata.

Share