Giorgia Meloni a piazzale Loreto insieme a Mussolini e Petacci: è polemica

Share

Il tema era l'immigrazione: "Il suo discorso tocca le corde più basse delle persone", dice la Guerritore alla Meloni, che ribatte: "Si chiama giustizia sociale, quali corde basse?"

"La Calabria - dichiara ancora la Leader - è senza dubbio la regione d'Italia con la più ampia distanza fra potenzialità e situazione attuale di ricchezza effettiva", un gap che potrebbe essere colmato con le politiche di quello che la Meloni definisce "un governo patriottico". Giorgia Meloni, infatti, ha in questa campagna elettorale definitivamente "sdoganato" la "Svolta di Fiuggi", ovvero quella svolta operata dal Movimento Sociale Italiano - Destra Nazionale per abbandonare i riferimenti ideologici al fascismo al fine di qualificarsi come forza politica legittimata a governare. E lo fa con un post su Facebook molto condiviso, in cui posta proprio il video del suo intervento in trasmissione affermando: "Se la trasmissione di ieri sera della Gruber vi ha fatto arrabbiare, allora tenetevi forte".

Giorgia Meloni non è disposta ad appoggiare a scatola chiusa qualsiasi candidato le verrà proposto dagli alleati.

Criscito: "Torno in Italia, Mancini provò a portarmi all'Inter"
Tutto sembra far presagire al ritorno in rossoblù, sebbene il calciatore non abbia esplicitamente confermato l'accordo. Un assaggio di Italia anche per chi, nel nostro campionato, non vede l'ora di tornare.

Di chi sono le responsabilità? Il contraddittorio presente in studio è stato rappresentato da Vittorio Zucconi, direttore di Radio Capital, e dall'attrice Monica Guerritore.

Lo stesso De Luca ha anche annunciato che presenterà una mozione per far sì che anche a Reggio Emilia chiunque voglia manifestare debba fare professione di antifascismo, così come avvenuto in altri Comuni, principalmente della Toscana. Il quotidiano Libero, però, ha sottolineato il fatto che Giorgia Meloni ha saputo tenere testa egregiamente ai suoi detrattori.

"Lavoro, lavoro, lavoro: sono queste le tre emergenze della Calabria". "Io non voglio fare una lezione di storia, voglio parlare di oggi, di programmi e invece mi trovo sempre una lampada in faccia, messa sotto interrogatorio".

Share