Tennis, Fognini in semifinale al Rio Open: battuto Bedene

Share

Nel secondo set Fognini prende in mano la situazione e rimonta con un preciso e perentorio 6/3. Entrambi i set nascondono comunque qualche insidia, su tutte le otto palle-break cancellate dall'azzurro (quattro nel secondo e altrettante nel terzo), ma Fabio è sempre stato lucido a sufficienza per non fare scherzi, mentre Bedene si è perso fra errori e nervosismo, per qualche chiamata dei giudici di linea.

Il terzo set si apre con tre game basati molto sui nervi e sulla stanchezza, che alla fine Fognini riesce ad aggiudicarsi con non poca difficoltà, portandosi sul 3-0. Ma è nel quinto game che arriva un punto paradossale: Fognini va alla battuta sul 30-40, quando lo sloveno sembra alzare la mano per chiedere uno stop, forse disturbato dal raccattapalle, l'arbitro non vede e lascia continuare concedendo il punto all'azzurro che si porta poi facilmente sul 4-1, sfruttando ormai i nervi a fior di pelle di Bedene. Bedene si era infatti aggiudicato il primo set al tie-break, per 3-7, dopo 1 ora e 8 minuti.

Esorcismo a Casapesenna, arrestati don Michele Barone, genitori e poliziotto. "Riti medievali"
Quella capeggiata da don Barone è dunque una vera e propria setta che aveva circuito diverse giovani donne e in alcuni casi anche i loro familiari.

Fabio Fognini che si è qualificato per le semifinali del "Rio Open", torneo Atp in corso sui campi in terra rossa di Rio de Janeiro, in Brasile. Tuttavia, fra 20 e 19 non fa differenza, ciò che conta è essere di nuovo lì, a oltre tre anni dall'ultima volta e con l'obiettivo (e la possibilità) di fare ancora meglio, a partire dalla semifinale contro Fernando Verdasco, che a sorpresa ha fatto fuori in due rapidi set il campione uscente e grande favorito Dominic Thiem.

Share