MotoGP, ULTIM'ORA - Tech3 lascia Yamaha a fine 2018

Share

Questo significa che in teoria la Yamaha dovrebbe trattare con una delle squadre già presenti sulla griglia; griglia che ad oggi vede la presenza di otto Ducati, sei Honda e quattro Yamaha, con KTM, Suzuki ed Aprilia che invece schierano solamente le due moto ufficiali. Sarà il primo pilota malese ad approdare nella Top Class, dove sostituirà Jonas Folger, che poco prima dei recenti test di Sepang aveva comunicato alla squadra francese di non poter correre la stagione 2018 a causa di una rara malattia genetica, la sindrome di Gilbert. Dopo aver parlato con Hervè, ci è apparso chiaro che la sua decisione sia stata quella di abbracciare un nuovo partner tecnico per il futuro, costringendoci di fatto ad accettare nostro malgrado la sua decisione. Rispetto la decisione. La fine di una lunga e importante relazione è sempre qualche cosa di brutto. Da quando incontrai per la prima volta Mr. Iio nel 1998, l'anno in cui mi fu data l'opportunità di entrare in Yamaha Motor Corporation, abbiamo fatto un bellissimo viaggio assieme. "Continueremo a provvedere con il pieno supporto del Team Tech3 e dei piloti durante la stagione 2018, nel frattempo valuteremo l nostre opzioni per un team satellite in MotoGP per il 2019 e oltre".

Europa. L'Atalanta si illude per 83′, il Milan agli ottavi
Bene anche Marsiglia, Athletic Bilbao e lo Sporting Lisbona , nell'avere la meglio su Braga, Spartak Mosca e Astana. Per decisioni prese dal Comitato Esecutivo UEFA, squadre ucraini e russe non potranno affrontarsi.

Possibili scenari. A meno che Valentino Rossi non lo richieda, la Dorna prevede un massimo di 24 moto in pista in MotoGP. Quello che mi viene in mente sono ricordi fantastici, ottimi risultati, un'atmosfera meravigliosa e sensazioni incredibili che abbiamo condiviso con la famiglia Yamaha. Chiaramente, terminare questo tipo di partnership è una grossa decisione per me. "Voglio solo ringraziare alla Yamaha e a tutti quelli che ci hanno supportato e aiutato in tutti questi anni". "Ci è stato offerto un accordo che include qualcosa che aspettavo da quando ho iniziato con questa squadra e non ho potuto dire di no". Tech3 è una piccola società che sta guardando al futuro, ma fino all'ultimo GP saremo il team Monster Yamaha con Johann e Hafizh Syahrin pronti a lottare per le migliori posizioni. "Spero che loro continuino a raccogliere tutti i successi che meritano e che eventualmente possano trovare un partner adeguato per sostituire Tech3".

Share