Il Milan è rinato, Bonucci esalta Gattuso: "Impressionante"

Share

Finalmente ci siamo però, abbiamo creato un gruppo e fatto squadra. Succedono quando i singoli non si aiutano. "Stiamo coi piedi per terra e puntiamo a grandi obiettivi".

Parte del merito di questa svolta va al nuovo allenatore, Gennaro Gattuso, afferma Bonucci: "Sul campo è il primo ad allenarsi". 8′ minuti più tardi il Milan attacca con molti uomini, cambio di campo di 60 metri di Calhanoglu, Calabria mette una palla al bacio per l'inserimento di Bonaventura che col piattone al volo buca Viviano. 1-0. Penso di non averla trovata in nessun allenatore. "La sconfitta è una cosa che non voglio conoscere".

Spiegare perché una squadra non decolla o smette di "girare" è difficile: "Fortunatamente - commenta il capitano -, ho avuto pochi spazi di crisi di squadra nei sette anni con la Juve". Tanti volti nuovi ed è difficile rendere subito. Ci abbiamo messo tanto a conoscerci. Ci è voluto tempo, poi il mister è stato fondamentale dandoci autostima e sicurezza. I rossoneri non sbagliano l'approccio, la Samp forse si, è un po' molle la squadra di Giampaolo e contro questo Milan non si può regalare nulla sul piano dell'intensità. "Innanzitutto pensiamo a giovedì (a Milan-Ludogorets ndr) perché in Europa non c'è mai nulla di facile e scontato". Poi iniziano settimane terribili, dobbiamo essere pronti. Il bello del Milan è che non ha mai rinunciato a cercare il raddoppio, nemmeno quando sarebbe stato più conveniente tenere palla e far passare il tempo. Abbiamo l'opportunità di arrivare fino in fondo in due competizioni. "Quindi posso ancora mantenere viva la mia fame di vittorie". "Le vittorie sono come le ciliege, più ne mangi e più ne vorresti", dice Gattuso alla televisione araba.

Conferenza stampa, Allegri: "Bernardeschi rischia intervento, Buffon gioca"
Mi ha molto sorpreso per come si è calato nella mentalità del campionato italiano, sarà un giocatore importante della Juventus . Pensavo voleste il bollettino meteo. "Se la terapia conservativa avrà dato effetti bene, altrimenti potrebbe essere operato".

Ma domenica è stato un giorno particolare in casa Bonucci, quello del derby di Torino. Ero sempre lì sul pezzo, un sognatore. Il più forte comunque è Cristiano Ronaldo, ogni volta che ci siamo incontrati ha sempre fatto gol. Chi non gioca (lo squalificato Kessie con la Sampdoria) è sostituito da elementi che certamente non hanno le stesse caratteristiche (Montolivo), ma che sanno dare tutto e anche di più. Insieme a Messi, sono i due fuoriclasse per eccellenza.

Il capitano rossonero rivela anche a Max Brigante alcuni pezzi della sua playlist personale.

"Ho una playlist che ascolto prima del riscaldamento, per ultima lascio "Faded" di Alan Walker: lì scatta il clic per la battaglia". "Lì scatta il clic e sono pronto per la battaglia. Magari, qualche dubbio di tifare Milan gli viene.".

Share