Atalanta, Percassi: "Europa League? Tutti uniti per scrivere la storia"

Share

"Nelle due partite abbiamo fatto molto bene, a un certo punto pensavamo di vincere all'andata e invece abbiamo perso al novantunesimo". I bergamaschi hanno visto infrangersi il sogno europeo perché sono stati eliminati dalla squadra tedesca con un gol nel finale di partita.

Gli screzi sono proseguiti durante la partita, con cori di sfottò e lanci di razzi in campo, in particolare da parte degli ospiti, che ne hanno fatto arrivare un paio anche nella tribuna in cui si trovavano i tifosi atalantini.

Nonostante l'eliminazione che sa di beffa Gasperini applaude la sua Atalanta: "Eravamo la Cenerentola ma abbiamo dimostrato di valere".

Gates, l'ex top manager di Trump, si dichiara colpevole di cospirazione
L'ammissione di colpevolezza viene letta come un forte segnale che Gates è pronto a collaborare per evitare una pena severissima. Nelle 41 pagine del provvedimento, emergono 32 capi di accusa che vanno dalla frode fiscale alla frode bancaria.

Sull'aver atteso i minuti finali per il primo cambio, risponde: "Stavamo tenendo ed il momento era decisivo, ripartivamo bene ed eravamo pericolosi".

Non ci sono sorprese nello schieramento atalantino, con Gian Piero Gasperini che esclude gli attaccanti di ruolo (Petagna e Cornelius entrambi in panchina), proponendo il tridente Ilicic-Cristante-Gomez come nella gara d'andata, mentre Stoger, costretto a rinunciare a Weigl per squalifica, cambia la coppia di centrocampisti davanti alla difesa escludendo anche Castro e favorendo Dahoud e Sahin. "E ci riprenderemo. Siamo testardi, non ci deprimiamo". Sul turnover dice: "Non credo che sia così importante". Rafael Toloi, autore del momentaneo 1-0 dell'Atalanta, è amareggiato per l'uscita di scena dei nerazzurri. Giocare in casa può aiutarci e penso che abbiamo delle chance per superare il turno. Ora non deve accusare il colpo in vista del doppio match di Campionato e Coppa Italia contro la Juventus. "Sarà difficile ma dobbiamo continuare a fare il nostro gioco perché siamo forti e abbiamo personalità". I nerazzurri, sconfitti 3-2 all'andata, non vanno oltre l'1-1 al Mapei Stadium di Reggio Emilia con il Borussia Dortmund.

Siamo nel 2018 e ancora devo sentire versi della scimmia nelle tribune, davvero? In competizioni come l'Europa League e contro avversari come il Borussia Dortmund ogni minimo errore rischia di essere pagato a caro prezzo e nemmeno a un giro di lancette dall'errore del Papu, Berisha è costretto a un strepitoso intervento su un altro tentativo di Schurrle.

Share