Inchiesta sullo smaltimento dei rifiuti, Di Maio: "Sembra Gomorra"

Share

E su Facebook gli ha fatto eco Alessandro Di Battista.

Nonna Irma parte per fare la missionaria in Kenya: ha 93 anni
Nonna Irma vive a Noventana Vicentina. "Mia nonna ha sempre amato la vita e non si è mai fermata davanti a niente". Questa è nonna Irma , una "giovanotta" di 93 anni che stanotte è partita da Vicenza direzione.

Nella terza puntata dell'inchiesta giornalistica di Fanpage si vede anche il presidente della Sma Campania, Biagio Iacolare, incontrare l'ex boss e agente provocatore Nunzio Perrella. "Gli rinnoveremo la richiesta ogni giorno fino alle elezioni", scrive De Luca. Sembra di vedere Gomorra, ma a differenza della serie qui devono vincere i buoni! "E' il momento di reagire come Paese - ha incalzato il leader cinquestelle - il 4 marzo gli italiani sono chiamati a scegliere tra noi e il centrodestra, cioè i partiti che hanno candidato uno che non è eleggibile né candidabile, tra noi che abbiamo rinunciato ai vitalizi e loro che se li sono pappati per anni". Sarebbero 8 i parlamentari messi fuori dal Movimento, insieme al consigliere Sassi, per aver mentito sulle restituzioni al fondo per il microcredito, a cui si aggiunge il richiamo formale per altri tre Parlamentari, Federica Dieni, Emanuele Scagliuzzi e Barbara Lezzi, costretti a pagare una penale ed infine per la Consigliera Regionale Piccinini. Sullo schermo il vicepresidente uscente della Camera ha indicato De Luca jr, mentre veniva mandato in onda una parte della video-inchiesta che ha lanciato il caso. "È impossibile che il presidente De Luca fosse inconsapevole di questa storia, perché sono coinvolti i suoi figli e il suo vice". In attesa che l'appalto per lo smaltimento dei fanghi tossici venga assegnato all'azienda amica, senza gara pubblica ma con un affidamento diretto, trattandosi di un'emergenza, si parla di percentuali da spartirsi, affari e soldi con tanto di consegna di una valigetta con le tangenti da pagare. Invito Di Maio, membro autorevole della casta a 15mila euro al mese, a rinunciare all'immunità parlamentare. "I nostri avversari politici - ha detto il primo cittadino - usano tutti gli strumenti per una facile propaganda scadente". Le uniche cose che hanno saputo dire è 'i giornalisti di Fanpage devono dimostrare la propria innocenza'... "Questa e' una campagna di diffamazione rispetto alla quale, poi, vedremo quali saranno le posizioni da dover assumere in tutte le sedi possibili".

Share