"Droga facile". 10 arresti

Share

Su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica di Taranto, il prpvvedimento ha coinvolto 10 persone, 6 delle quali incensurate, ritenute responsabili, a vario titolo, di concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione e porto illegale di armi da fuoco.

Il giovane è stato controllato giovedì sera dagli uomini del Gruppo Aosta della guardia di finanza, coadiuvati da due unità cinofile.

Nel dettaglio, è emerso che C.G.G. e C.V., quest'ultimo 20enne, anch'egli incensurato crispianese, lavoravano assieme ad alcuni assuntori minorenni nell'attività di spaccio al dettaglio.

Già noto alle forze dell'ordine per reati analoghi, solo quattro giorni fa era stato arrestato a Milano - fanno sapere le fiamme gialle - per spaccio di stupefacenti.

Auto pirata investe una 12enne: coinvolto un calciatore del Bologna
Tutto è avvenuto verso le 14 del 22 febbraio sul ponte che sovrasta la ferrovia e in prossimità di una fermata degli autobus. La vettura nel frattempo è ripartita ed è tornata dopo un quarto d'ora con Keita .

Tra i luoghi in cui avvenivano abitualmente le cessioni dello stupefacente vi era principalmente una villa comunale di Crispiano, che offriva una facile copertura per i giovani assuntori e spacciatori, i quali potevano agevolmente appartarsi in luoghi, solitamente lontano dagli ingressi e parzialmente nascosti dalla vegetazione.

All'interno del secondo garage, dove era stato ricavato il laboratorio per il confezionamento dei pacchetti e dosi per lo spaccio al minuto, si rinvenivano un altro chilo di marijuana, tre sacchetti per altri 400 grammi di cocaina, 4 chili di sostanze da taglio, due bilance, un essiccatore e un cromatografo. Inoltre, M.C. 22enne domiciliato a Fasano, ha ceduto un 1 kg. di marijuana e M.E., 23enne, residente nel quartiere Paolo VI di Taranto, ha fornito 10 gr. di cocaina al C.G.G.

Un addetto alla vigilanza del supermercato ha notato l'uomo e ha chiamato i carabinieri, che sono arrivati sul posto e l'hanno fermato: è un 45enne di Pessano con Bornago con precedenti.

I destinatari delle misure: C.G.G., B.M., T.D., M.C e C.R. sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Taranto; C.V. è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Bologna, in quanto al momento dell'operazione si trovava in quella città, mentre A.A., L.M., S.S., M.E sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.

Share