Attenzione ai detergenti per la casa: respirarli equivale a fumare Video

Share

Fare ogni giorno le pulizie di casa utilizzando i tipici prodotti in commercio è dannoso per i nostri polmoni quanto lo è fumare un pacchetto di sigarette intero.

Detergenti per la casa dannosi, allarme soprattutto per casalinghe e colf.

Oistein Svanes, uno dei ricercatori dello studio, ha dichiarato: "Il messaggio che vogliamo trasmettere è che a lungo andare la pulizia fatta usando sostanze chimiche causa danni piuttosto consistenti ai polmoni".

Intanto i ricercatori hanno preso in considerazione 6235 cittadini che hanno partecipato al Cleaning at Home and at Work in Relation to Lung Function Decline and Airway Obstruction'.

Pjanic: Napoli a mille, Juve vuole tutto
Pjanic ha sottolineato il suo pensiero su questo Napoli: "Il Napoli viaggia a mille all'ora, ma noi vogliamo vincere tutto ". A Sky Sport spiega: "Il duello con il Napoli è bello, ma speriamo presto di essere noi i primi in classifica".

Gli scienziati hanno anche capito che le donne erano più colpite rispetto agli uomini.

Lo studio è stato condotto per 20 anni su 6.235 volontari, la cui età media si aggirava intorno ai 34 anni. Secondo gli autori il declino della funzione polmonare nelle donne che puliscono per lavoro è "paragonabile a fumare un po' meno di sigarette al giorno per un anno". Inoltre, confrontando le donne che non facevano pulizie con coloro che le facevano regolarmente (e considerando altresì variabili come ad esempio il fumo, l'indice di massa corporea e l'educazione) è emerso che il volume espiratorio forzato a un secondo (Fev1) - cioè la quantità di aria che si può espirare forzatamente in un secondo - era ridotto di 3,6 millilitri (ml)/anno più velocemente nelle donne che si dedicavano alle pulizie di casa e di 3,9 ml/anno più velocemente nelle addette alle pulizie.

La capacità vitale forzata dei polmoni (cioè la quantità totale di aria che una persona può espirare forzatamente), è risultata ridotta invece di 4,3 ml/anno e di 7,1 ml/anno più velocemente. La ricerca è stata molto utile per capire le conseguenze dell'utilizzo dei detergenti e degli spray per le pulizie della casa che sono state negative soprattutto per le donne.

Questo livello di compromissione polmonare è stato inizialmente sorprendente, ha detto il principale autore dello studio Øistein Svanes, "tuttavia, quando pensi di inalare piccole particelle di detergenti che servono per pulire il pavimento e non i polmoni, forse non è così sorprendente, dopo tutto". Queste donne, scrivono gli autori, potrebbero "costituire un gruppo socioeconomico selezionato".

Share