Truffa ai danni dell'UE, sequestrato un castello a Mezzanego

Share

E' il bilancio di un'operazione della Guardia di Finanza di Genova che dopo accurate indagini ha fatto scattare la rete intorno agli autori accusati della truffa internazionale. Si tratta del castello di Vignolo a Mezzanego, nell'entroterra di Genova. In sostanza un gruppo di società, che facevano capo ad una coppia italiana, avrebbe dovuto realizzare due mezzi nautici di emergenza da usare in caso di incidenti ambientali. L'accusa è quella di aver usato fondi europei ottenuti per un progetto di ricerca, per ben altri fini, tra cui riscattare un castello su cui avevano acceso una ipoteca. La truffa ai danni dell'Unione europea è stata scoperta dalla Guardia di finanza di Genova in collaborazione con i funzionari dell'Olaf, l'ufficio europeo antifrode che indaga sulla destinazione dei fondi comunitari. Coinvolte società con sede in Francia, Inghilterra, Romania, e Stati Uniti.

Le Fiamma Gialle hanno infatti rinvenuto i due prototipi costruiti solo allo stadio iniziale: arti di uno scafo in vetroresina, un motore e vari componenti disassemblati.

Confindustria: a Verona in corso le Assise Generali 2018
In vista del voto "le tre parole" del messaggio degli industriali alla politica "saranno lavoro, crescita , debito". Sono in corso presso il polo fieristico di Verona le Assise Generali 2018 di Confindustria .

I due coniugi, per ottenere i finanziamenti, avevano dichiarato di avere requisiti che in realtà la loro società non aveva, né a livello strutturale, né economico. Le indagini su scala europea hanno inoltre rilevato che un partner britannico del consorzio esisteva solo su carta, messo in piedi dagli stessi coniugi. I due avevano contabilizzato costi fittizi, come falsi acquisti di carburante o rimborsi nei confronti di soci. Tali debiti venivano ripianati con reali prelievi di contanti. Durante le verifiche i militari hanno scoperto che parte dei fondi erano stati impiegati per estinguere un'ipoteca per l'acquisto di un castello mentre delle due imbarcazioni non vi era traccia.

Share