Quote Champions: i bookies scelgono il Tottenham

Share

Gonzalo Higuain, 30 anni. Così non fosse, nessuno gli muoverebbe una critica che sia una: si fa quel che si può con chi si ha, in altre parole. Khedira e Pjanic hanno sofferto molto le accelerazioni di Eriksen, mentre Douglas Costa, sebbene abbia disputato una buona partita in fase offensiva, ha lasciato sin troppa libertà a Dembelé, il che la dice lunga sulla migliore doppia-fase garantita da un altro importante assente, Juan Cuadrado.

Ma al di là delle assenze, ciò che ha colpito è la incapacità dei bianconeri di gestire una gara che aveva preso la giusta direzione.

Allegri ha ragione su tutto. L'argentino, il giorno dopo la partita, affida a Instagram le sue considerazioni.

Le pagelle di André Silva: serata opaca, ancora una volta
ROMAGNOLI 6 .5 - Elegante, puntuale nell'intervento e tranquillo nelle giocate: decisamente il migliore in fase difensiva. Rodriguez; a centrocampo Kessié e Bonaventura ai fianchi di Montolivo e in attacco il confermatissimo Suso .

Vincere non è normale, è straordinario: questa squadra ha vinto sei scudetti, ha fatto due finali di Champions e ha fatto grandi cose. Specie se di fronte si ha un avversario come quello di ieri, i cui giocatori, in particolare quelli offensivi, possono sempre mettere in difficoltà le difese avversarie nel corso dei 90 minuti. I bianconeri impattano 2-2 contro un coriaceo e ben organizzato Tottenham, consapevoli che la sfida di ritorno, in programma il prossimo 7 marzo, sarà alquanto ostica e insidiosa.

Eppure, non è tutto da buttare. "Avevamo e abbiamo il 50 per cento di possibilità di passare". Al 9' addirittura la Vecchia Signora pesca il raddoppio per via del penalty decretato dal direttore di gara a seguito di un'entrata fallosa di Davies ai danni di Bernardeschi. Non convince lo switch - o meglio il ritorno - al 4-2-3-1: se il Tottenham può attuarlo perché prevede l'impiego di un trequartista atipico come Eriksen, la batteria offensiva della Juventus era sostanzialmente composta da tutti attaccanti di ruolo. Partita riaperta ma che potrebbe essere chiusa se il Pipita mettesse dentro il secondo penalty concesso. Dopo il doppio vantaggio i bianconeri si abbassano e ripartono solo in contropiede, trovando un occasione con Higuain che, a tu per tu con il portiere Lloris, manca il gol del 3 a 0.

Share