Trans, donna transessuale riesce ad allattare. TRANSGENDER ALLATTA IL FIGLIO

Share

Per la prima volta nella storia, una donna transessuale di 30 anni è riuscita ad allattare il proprio figlio.

Con una terapia ormonale specifica una trans, in terapia femminilizzante da diversi anni, è riuscita ad allattare il figlio avuto dalla compagna, è ilp rimo caso al mondo registrato ufficialmente dalla scienza di una transgender in grado di allattare un bambino.

La paziente ha prodotto un quantitativo di latte sufficiente a nutrire il bambino per sei mesi - La terapia ormonale, insieme alla stimolazione con un tiralatte, ha fatto sì che la paziente producesse dopo tre mesi un quantitativo di latte sufficiente a nutrire il bambino avuto dalla compagna per i primi sei mesi.

Quest'ultima è stata effettuata al Center for Transgender Medicine and Surgery del Mount Sinai Hospital di New York, negli Usa, dove è stata applicata la lattazione indotta non puerpale.

Renzi con i candidati Pd a S. Anna per l'anagrafe antifascista
Per Minniti "l'unico limite invalicabile in una democrazia è la violenza e questo limite non è stato valicato in nessun luogo se non a Piacenza dov'è stato oltrepassato".

La terapia selezionata comprendeva appunto ormoni, un farmaco per la nausea e uno per la stimolazione del seno. Trattamento che le aveva permesso di sviluppare il seno senza il bisogno di sottoporsi ad alcun intervento chirurgico.

Solitamente nell'organismo femminile, un ormone chiamato prolattina stimola la produzione di latte subito dopo il parto, ma questo ormone non è disponibile come farmaco. In più gli ha somministrato del domperidone, un farmaco di solito dato contro la nausea che come effetto collaterale prevede una aumento della produzione di latte.

Grazie alla cura, la trans è arrivata a produrre 227 grammi al giorno circa di latte. Una volta nato il bambino, è stata in grado di allattarlo esclusivamente per 6 settimane, periodo durante il quale un pediatra ha confermato che il piccolo cresceva e si sviluppava normalmente e in modo sano. Un fatto a dir poco eclatante, il primo nella letteratura scientifica, è stato riportato sulla rivista Transgender Health. "Non c'è motivo per cui le cellule di questi seni non possano produrre latte allo stesso modo delle donne non transgender, anche se non è chiaro fino a che punto i farmaci abbiano aiutato". Gli autori dello studio in un'intervista al Washington Post hanno dichiarato: "Noi vogliamo offrire ai nostri pazienti tutte le opzioni possibili e questo caso è un passo in avanti".

Share