Scoppio in cantina: un morto

Share

Un uomo di 59 anni è morto in un'esplosione nella cantina di una palazzina di via Pietro Canonici, una traversa di via Toscana in zona San Ruffillo, alla periferia di Bologna. Lo scoppio è avvenuto poco dopo le 13 di venerdì 16 febbraio e le cause sono ancora da accertare, ma è escluso che si sia trattato di una fuga di gas. Il forte boato è stato avvertito anche a grande distanza, riferiscono i residenti, e sarebbero già stati notati danni evidenti alla palazzina. Era un collezionista di materiale bellico e, secondo una prima ricostruzione, stava lavorando su alcuni proiettili quando c'è stato lo scoppio, che oltre alle munizioni avrebbe fatto saltare in aria anche una bottiglia di solvente che era poco lontano.

Evan Blass svela in anteprima Nokia 7+ e Nokia 1
Il Nokia 1 è uno smartphone android di fascia bassa, e lo possiamo capire benissimo dal design non particolarmente moderno. Entrambi gli smartphone saranno presentati il prossimo 25 febbraio, a Barcellona.

A causa della deflagrazione, in cui ha perso la vita un uomo, è anche crollato un muro divisorio nei sotterranei dei locali. Inoltre sono stati trovati i resti di quello che, probabilmente, era un metal detector che l'uomo potrebbe avere usato per cercare residuati bellici. Nella casa gli investigatori hanno trovato il gatto dell'uomo e diverso materiale bellico da collezionismo. I pompieri hanno messo in sicurezza l'area, staccando temporaneamente gas ed elettricità, ma l'edificio di tre piani è stato dichiarato agibile. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i vigili del fuoco, oltre a personale del 118 e al pm di turno Bruno Fedeli insieme al procuratore aggiunto Valter Giovannini.

Share