"Napoli poco tutelato", la Lega risponde a Sarri: "Regole uguali per tutti"

Share

La gestione Sarri che contempla 13-14 giocatori ha portato a bruciare cinque campagne acquisti per più di 100 milioni di euro. "Abbiamo fatto tutto quello che non dovevamo fare e che avevamo detto di non fare con questo tipo di avversario". Se Sarri volesse lasciare il Napoli, dovrebbe pagare (lui o chi per lui) una clausola rescissoria da 7,5 milioni di euro a stagione, mentre se fosse il patron, Aurelio De Laurentiis, a voler dire addio al tecnico potrebbe risolvere il suo contratto versando una cifra intorno ai 700.000 euro. Quest'anno abbiamo fatto due grandi partite contro il City, ma poi in campionato abbiamo pareggiato le partite successive. L'obiettivo primario è il campionato e i ragazzi lo sanno. Dobbiamo diventare competitivi anche a livello europeo. Non ho visto l'entusiasmo delle seconde linee, nè certezze nei titolari.

ITALIA ED EUROPA - "Se facciamo partite di questo tipo abbiamo problemi anche in Italia". Mi aspetto una reazione feroce, ma anche a Lipsia con cuore e determinazione anche se sarà difficile fare risultato. Non mi era piaciuto neanche il primo tempo, con poca qualità, solo ordinati. "Non c'è stata applicazione". Però noi siamo tra le leghe che tutelano maggiormente le squadre impegnate in Europa League.

Elezioni 2018, Giorgia Meloni: "No a governo con M5s e Pd"
Tra i suoi alleati, quello che fa il risultato migliore è + Europa con Emma Bonino e Bruno Tabacci, accreditato del 2%. Liberi e Uguali si colloca, comunque, al 4,5% (forchetta tra il 3,5 e il 5,5) e e tendenza a perdere ancora.

Di fronte ad una squadra cosi' arrendevole e poco concentrata, i tedeschi del Lipsia, scesi in campo con ben altro piglio e convinzione, non hanno faticato molto a prevalere, perforando con facilità la difesa più forte del campionato italiano con tre reti nella ripresa, ma dopo aver seriamente impensierito la retroguardia azzurra anche nella prima frazione di gioco con diverse conclusioni pericolose.

Sarri sulla mentalità ha aggiunto: "Forse abbiamo sbagliato tutti sul messaggio lanciato, società, allenatore, giocatori".

Share