Marco Baldini: "Quando dissi che Fiorello è un figlio di p……"

Share

Baldini torna a parlare del suo problema col gioco d'azzardo, e rivela un dettaglio che non ha mai raccontato prima: "Linus mi prestò 100 milioni di lire e non li ho mai restituiti".

Nell'intervista Baldini non ha nascosto neanche il fatto che l'ossessione per il gioco lo abbia portato a frequentare brutte compagnie: Carlo Zacco, figlio del boss Antonino (detto 'Nino il Bello') arrestato nel 1990 durante l'indagine 'Duomo Connection'.

Marco Baldini, lontano ormai dalle scene televisive, ha deciso però di dire la sua durante una lunga intervista a "La Confessione", il programma condotto da Peter Gomez e in onda sul Canale Nove dove, ha ammesso di avere sbagliato tanto in questi anni dando ragione a tutti coloro che hanno deciso di non appoggiarlo più visto le sue continue bugie e i suoi continui casini.

Alla domanda se avesse ancora il vizio del gioco d'azzardo, risponde senza remore: "Sarei un'ipocrita a dire che ho smesso totalmente". "Ho guadagnato più di 10 milioni di euro. Ma a causa del vizio per il gioco, i soldi li ho sempre visti passare".

Firenze, telefonata anonima in aeroporto, controllati due voli per Londra
Nella telefonata un uomo che non si è qualificato ha annunciato che l'aereo avrebbe avuto dei problemi. Dall'aeroporto si spiega che lo scalo è comunque operativo riguardo agli altri voli.

"Mi ha dato una grossa mano - ha detto - e non mi ha mai fatto estorsioni".

Oggi Marco Baldini, che, parole sue, è stato 'a un passo dal suicidio perché sfinito da un certo tipo di vita', sta cercando faticosamente di risalire la china anche se non è facile.

Non ha usato mezzi termini Marco Baldini per descrivere Fiorello, la sua vecchia spalla. Baldini, senza troppi peli sulla lingua, in un'intercettazione telefonica, disse sull'amico di un tempo e compagno radiofonico di sempre: "È un figlio di puttana, lui fa i soldi mentre quelli intorno a lui fanno le briciole".

Share