Anche Arnold Schawzenegger nel sequel dell'assurdo Kung Fury

Share

Il suo ruolo? Il Presidente degli Stati Uniti. Presto però Arnold Schwarzenegger potrà unire le sue due passioni in un'occasione unica.

Ma che ruolo avrà Schwarzy in tutto questo? I set sono previsti sia in Europa che in America.

Il corto è un omaggio al cinema poliziesco e di arti marziali degli anni ottanta, farcito di tutti gli ingredienti del perfetto B-action-movie dell'epoca: nazisti, robot, dinosauri, vichinghi, divinità norrene, mutanti e un poliziotto esperto di kung-fu che si chiama proprio Kung Fury.

Salvini, Berlusconi e quei voti che sono importanti
La povertà economica e morale potrà essere sconfitta solo da chi fa politica e può legiferare per cambiare le cose. Proprio per questo Silvio Berlusconi aspetta che ci siano i numeri a dargli forza.

Fan del trash, gioite: sappiamo già cose parecchio interessanti sulla trama di Kung Fury 2.

Dietro la macchina da presa ci sarà sempre lo svedese David Sandberg, già regista, sceneggiatore e protagonista del corto finanziato tramite una campagna su Kickstarter, capace di trasformarsi in un fenomeno su YouTube grazie alle sue atmosfere che omaggiavano i B-movies e le serie TV action degli anni '80. I Thundercops di Kung Fury sono il corpo di polizia definitivo, assemblato attraverso i secoli per sconfiggere il malvagio Kung Fuhrer, Adolf Hitler.

Alla produzione del progetto ci sono David Katzenberg, Seth Grahame-Smith e Aaron Schmidt con la loro KatzSmith Productions, reduce dall'enorme successo di IT di Andy Muschietti, notevole adattamento del capolavoro letterario di Stephen King che soltanto negli Stati Uniti ha superato i 300 milioni di dollari d'incasso (costo di produzione: 35 milioni) e nel mondo è arrivato a 700. Kung Fury deve viaggiare nel tempo e nello spazio per salvare i suoi amici, difendere la prestigiosa Miami Kung Fu Academy, e sconfiggere il male una volta per tutte.

Share