Alitalia: frenata su vendita, Calenda pretendenti non d'accordo prima elezioni/Adnkronos (2)

Share

Così il ministro dello Sviluppo, Calenda, a margine del tavolo sull'automotive. Il Ministro ha rifiutato poi di esprimere un commento sulla notizia secondo cui un consorzio a quattro, composto da Air France, Delta, easyjet e Cerbero potrebbe rilevare Alitalia. "Senza trascurare - ha scritto il Sole 24 Ore - che nella lettera inviata ai commissari da easyJet si citava l'interesse anche di Air France che, a differenza della low cost britannica non figurava tra la trentina di pretendenti che avevano risposto al bando originario (secondo il bando la candidatura di nuovi soggetti è prevista in cordata con gli operatori che hanno preso parte alla prima fase della procedura)". "Le preferenze ci sono sulla base dei contenuti, ma i contenuti non sono ancora sufficientemente definiti per prendere una decisione".

Air France: studiamo perché Alitalia resti in Skyteam Sull'ipotesi cordata ha mantenuto le carte coperte Air-France-Klm, uno dei gruppi coinvolti in quest'ipotesi. "Con il nostro partner Delta, stiamo studiando diverse possibilita' per fare rimanere Alitalia nella famiglia SkyTeam senza che Air France-KLM sia l'acquirente di Alitalia", ha aggiunto. "Ecco la realtà oggi" si è limitato a dire l'amministrazione delegato del gruppo franco-olandese, Jean-Marc Janaillac, in conferenza stampa a Parigi.

Esisterebbe una cordata a quattro per sfidare Lufthansa nella corsa all'acquisto di Alitalia.

Renzi: "Chi non è antifascista indegno della comunità democratica"
Anche il sindaco di Firenze Dario Nardella ha annunciato l'iscrizione del capoluogo toscano all'anagrafe antifascista di Sant'Anna.

Dalla riunione odierna è infatti uscito un verbale che conferma il rinnovo del contratto per altri due mesi e mezzo, precisando: "Per quanto concerne l'applicazione dei trattamenti economici e normativi sinora applicati, le parti convengono di prorogare gli accordi fino al 30 aprile". Ma i miglioramenti non devono trarre in inganno: Alitalia continua ad avere i conti in rosso e al momento attuale non può andare avanti da solo.

"Le misure che il governo ha messo in campo per la riorganizzazione degli aeroporti, il piano aeroportuale, la riduzione delle tasse, gli investimenti pubblici per la connessione col ferro e gli investimenti fatti in tecnologia stanno dando i loro risultati insieme agli investimenti fatti nei contratti di programma", ha sottolineato. A certificarlo sono i dati di FlightStats, autorevole società indipendente Usa, che ogni mese stila la classifica di tutte le compagnie aeree per puntualità.

Share