Roma, Monchi: 'Ecco perché abbiamo venduto Salah e non Dzeko, Florenzi...'

Share

Mi sono innamorato di questa societa' sin dal mio arrivo, ho capito subito quanto bene vogliono i tifosi a questo club e capisco che per i tifosi contano i trofei e non le plusvalenze.

Monchi, direttore sportivo della Roma, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport rivelando un retroscena di mercato che riguarda anche il Napoli: "In Italia si snobba l'Europa League? Alla fine è arrivato un risultato insperato, perché il Psg sembrava più in palla, poi il Real ha vinto nel finale".

Nella Roma calcistica, almeno nella stragrande maggioranza dei suoi rappresentanti, se dici Salah dici rimpianto. In quel momento avevamo bisogno di vendere il calciatore ed era un'occasione importante. Però poi il casino di Neymar e Mbappé hanno fatto saltare il mercato. Era necessaria per noi questa vendita, ora il prezzo sarebbe stato ancora più alto. "Inoltre, quando sono arrivato c'era già offerta del Liverpool di 22 milioni +3 e il desiderio del giocatore era di andare lì".

Su Ounas: "Il Napoli ci è arrivato prima".

"Dipende dal momento (ride ndr), il valore sarebbe inquantificabile, come lo sono Messi, Cristiano o Harry Kane". E' vero che Abramovich ha bloccato tutto dopo la Sampdoria?"Noi abbiamo iniziato a parlare con loro di Emerson, poi è emersa l'interesse per Edin. Una volta che ci è arrivata l'offerta, noi l'abbiamo ascoltata e abbiamo fatto la nostra richiesta". Per il Dzeko non eravamo convinti e non lo abbiamo ceduto, al contrario è stato per Emerson. Se fosse andato via avremmo preso Giroud. Io sono sicuro che lui diventerà un giocatore fortissimo. "Lui è romanista, sono convinto che resterà qui per tanti anni".

Su Defrel e Schick: "Fino a oggi abbiamo speso 5 milioni per Schick e 6 per Defrel. E' un attaccante ma può giocare anche come esterno perché è molto forte".

Quanto è importante la nutrizione nel calcio? .

L'Isola dei Famosi 2018, un altro concorrente rischia di abbandonare il programma
La difesa semmai, secondo i magistrati, potrebbe depositare un verbale difensivo scritto con la testimonianza a cui è interessata. Men che meno si può attivare un'improbabile rogatoria internazionale per ascoltarla come testimone .

"Lo scorso anno abbiamo preso Vazquez e Correa, mentre quest'anno hanno preso Muriel e Montella".

Come si è formato l'asse Siviglia-Italia? Stanno facendo bene. E' arrivato in finale di Coppa del Re e lotta per la Champions. Ora occorre abbandonare per un attimo i ragionamenti da tifoso, passionali e fatti più col cuore che con la testa, e valutare analiticamente la questione.

Erano altri tempi. In Spagna c'erano portieri non troppo alti, ero bravo nell'uno contro uno.

Che rapporto ha con Pallotta?

"E' vero. Io sono di quelle parti e il carnevale è la festa più importante. E' vicino alla società e alla squadra, la Roma che ha in mente è una Roma che vince e penso che alla fine arriverà a questo obiettivo".

Mi può fare qualche ripetizione alla lat machine?

Share