Renzi: "Chi non è antifascista indegno della comunità democratica"

Share

Dopo le polemiche sulla presunta "timidezza" del Pd nel condannare la sparatoria compiuta a Macerata dal fascioleghista Luca Traini contro sei immigrati, il segretario del Pd questa mattina è andato a Sant'Anna di Stazzema, dove i nazisti il 12 agosto 1944 fucilarono 560 persone tra cui molti bambini, per iscriversi all'anagrafe antifascista.

Sant'Anna di Stazzema, 15 febbraio 2018 - "Chi non è antifascista non è degno di fare parte della comunità democratica italiana", ma "non abbiamo paura che domattina venga la dittatura in Italia". "Ho provato sinceramente imbarazzo per lui - ha detto il ministro Martina - e purtroppo non mi stupisce perché un leader politico che non fa una riflessione rispetto a quello che nel suo movimento si sta generando in questo ultimo periodo, e traduce solo in propaganda violenta la sua campagna elettorale, credo che non sia un leader all'altezza di questo Paese".

Champions League, la cronaca di Porto-Liverpool 0-5
In casa Liverpool , Jurgen Klopp deve fare i conti con la squalifica di Emre Can , mentre Clyne e Gomez sono out per infortunio. In Champions , però, il portoghese ha tenuto il solito ritmo, 9 gol in 6 gare, una media di 1,5 a partita.

"La nostra democrazia è solida, più forte di ogni rischio totalitario. Per questo - ha concluso Nardella -, non bisogna abbassare la guardia, senza dimenticare che su odio, violenza e intolleranza sono nate guerre e persecuzioni". E quando qualcuno spara nelle strade del nostro Paese, e spara avendo sul comodino il Mein Kampf, non dobbiamo sottovalutare la grave emergenza educativa che sta alla base del disastro che abbiamo visto. Prima di salire al sacrario, Renzi, accompagnato da ministri e parlamentari, ha parlato con i superstiti e deposto una corona al cippo che ricorda la strage.

Anche il sindaco di Firenze Dario Nardella ha annunciato l'iscrizione del capoluogo toscano all'anagrafe antifascista di Sant'Anna.

Share