Noto - Tony Cairoli vince davanti al suo pubblico

Share

Sembrava la giornata perfetta per Ciroli, subito davanti a tutti nella manche della MX1 e in netto controllo della gara con il grande rivale Romain Febvre a distanza di sicurezza; poi, ad appena 4 minuti dalla conclusione e con il sapore della vittoria già in bocca, la grande beffa del sorpasso subito dal francese a causa di un doppiato.

Supercampione - Nella classe regina il podio finale che vede Cairoli primo su Van Horebeek e Febvre. Il pilota belga viene, però, retrocesso di dieci posizioni, per aver sorpassato il suo compagno di squadra Febvre in regime di bandiere gialle.

Milan, la carica di Rodriguez: "In Europa ci temono tutti"
Sulle differenze tra la Serie A e la Bundesliga: "Nel campionato italiano gli avversari sono compatti, è difficile giocare". Avremo avversari difficili, è un torneo e tutte le partite dovranno essere giocate come se fossero delle finali".

Antonio Cairoli MX1 - 240 punti; 2° Romain Febvre MX1 - 180; 3° Tanel Leok MX1 - 105; 4° Max Anstie MX1 - 100; 5° Alessandro Lupino MX1 - 97; 6° Jeremy V. Horebeek MX1 - 97; 7° Ivo Monticelli MX1 - 83; 8° Alvin Ostlund MX2 - 81: 9° Maxime Renaux MX2 - 75; 10° Michele Cervellin MX2 - 72.

Nella classifica generale Renaux guida con 165 punti, davanti a Cervellin a 160 e Lawrence a 120. Tutto facile per Cairoli che si è sbarazzato di Febvre prima e di Van Horebeek poi, mandando in visibilio il suo pubblico e facendo registrare il giro più veloce. Tony ha interpretato nel modo migliore le insidie del tracciato, praticamente in configurazione mondiale con buche e canali profondissimi, confermandosi il riferimento anche sul terreno duro. Lo stop obbligato e i secondi persi hanno permesso a Febvre (Yamaha) di superarlo. Dopo 12 giri al comando e dopo aver fatto segnare il giro veloce della manche, ostacolato da un doppiato, ha perso la prima posizione, chiudendo pochi passaggi più tardi, secondo. Con la classifica della Supercampione che consente di scartare un risultato su tre, al pilota della squadra capitanata da Claudio De Carli basterà prendere il via nell'ultima prova, in programma nel prossimo weekend a Mantova, per confermarsi matematicamente campione della categoria Elite (Supercampione) degli Internazionali d'Italia. Il siciliano guida sempre entrambe le classifiche, ora con 40 punti di vantaggio in quella della MX1 e 60 in quella della Supercampione. "L'inizio di stagione prosegue molto bene e il terzo e ultimo round degli Internazionali concluderà la fase pre-mondiale, dopodiché cominceremo a pensare all'Argentina, primo appuntamento iridato". La terza prova degli Internazionali d'Italia è in programma per il 18 febbraio sulla pista di Mantova.

Share