Medici senza frontiere: "Casi di abusi sessuali hanno riguardato anche noi"

Share

Grazie a questi meccanismi nel 2017, su un totale di oltre 40mila operatori umanitari, abbiamo potuto individuare 40 casi di abusi, di cui 24 sono molestie o abusi sessuali verso membri dell'organizzazione o, in due casi, persone esterne. Medici senza frontiere precisa che la "nostra leadership è impegnata inequivocabilmente a combattere gli abusi". L'organizzazione umanitaria avrebbe di conseguenza licenziato diciannove persone, mentre gli altri membri del personale sono stati sanzionati in altri modi non meglio specificati.

Finisce nella bufera degli abusi sessuali e delle molestie anche Medecins sans Frontieres, ong umanitaria internazionale creata a Parigi.

In pochi giorni Oxfam ha perso 1.270 importanti donatori, ma pesa la minaccia espressa dall'Ue e del governo britannico del taglio dei fondi se non verrà fatta piena chiarezza sulle accuse che saltano fuori a cascata, e che stanno coinvolgendo altre importanti organizzazioni come Save the Children e Christian Aid. Di queste, 40 sono state identificate - in seguito a un'indagine interna - come abusi o molestie, e 24 sono di natura sessuale. Il numero effettivo di casi di molestie o abusi rischia di essere quindi, ragionevolmente più elevato: "Nonostante le segnalazioni di abusi siano in costante aumento - scrive Msf - siamo coscienti che il numero di abusi al nostro interno sia sottostimato".

David di Donatello, "Ammore e malavita" con record di candidature
I registi esordienti in corsa per il loro primo David sono: Cosimo Gomez, Roberto De Paolis, Andrea Magnani, Andrea De Sica, Donato Carrisi.

Sarà anche vero ma, nel momento in cui il virus della violenza e della prevaricazione colpisce anche una organizzazione ed il suo esercito di professionisti che dell'aiuto ai deboli ai poveri e ai profughi di tutto il mondo ne hanno fatto una ragione di vita, è di sicuro un'autentica tragedia che appanna non poco i pur tanti meriti acquisiti da anni sul campo della sofferenza umana soprattutto nelle aree devastate dalla guerra.

Msf - che è presente in 71 paesi - fu creata a Parigi nel 1971 da medici e giornalisti per intervenire nelle zone travolte da conflitti, afflitte da epidemie e catastrofi naturali.

Share