Final Eight meno due; e Meo è già carico come un boiler

Share

Alessandro Ramagli tecnico della Virtus Segafredo Bologna sottolinea il piacere per la società felsinea, una delle più blasonate in Italia, di essere tornati alla Final Eight "dopo la caduta dolorosa di due anni fa, è una grande soddisfazione esserci dopo sei anni". Così Stefano Sacripanti, coach della Sidigas Avellino attuale capolista della Serie A di basket ha definito la Postemobile Final Eight 2018 che dal 15 al 18 febbraio si terrà al Mandela Forum di Firenze per l'assegnazione della Coppa Italia.

In casa Umana Reyer Venezia (squadra campione d'Italia), il tecnico Walter De Raffaele mette in risalto la "sesta partecipazione in sette anni, con un percorso di crescita segnato con la vittoria dell scudetto lo scorso anno.che cerchiamo di consolidare".

Roma, crolla una strada: auto inghiottite dalla voragine, evacuato palazzo
Le prima avvisaglie del crollo si sono avute dal cedimento delle colonne di contenimento del cantiere adiacente. Sembrerebbe che tempo fa sia stata segnalata una copiosa perdita d'acqua in zona.

Madrina dell'evento sarà la campionessa di salto in lungo, Fiona May: "So che sarà una Final Eight molto equilibrata, capisco come vi sentite - ha detto agli otto capitani presenti - adesso tocca a voi, sarà uno spettacolo".La finale di domenica 18 sarà aperta dallo spettacolo degli sbandieratori del Corteo storico fiorentino. "Siamo felicissimi di portare qui la Final Eight, in un territorio che ci sostiene sempre e che ci dà l'occasione di ricordare una figura fondamentale come quella di Nelson Mandela, proprio nel centenario dalla sua nascita". Quindi è la volta del ct della Nazionale Meo Sacchetti, qui in quanto della coach Vanoli Cremona: "Partecipare è per noi un traguardo molto importante". È un torneo non adatto ai deboli di cuore, specialmente visto l'equilibrio pazzesco del campionato finora'. "Si gioca una partita alla volta e la nostra finale è contro Cremona, dobbiamo focalizzarci su quello che dobbiamo fare nei 40′ che ci attendono. È chiaro che vorremmo essere la mina vagante ma l'Olimpia Milano è una corazzata perfettamente allenata da coach Simone Pianigiani e di questo ne siamo ben consapevoli, in ogni caso proveremo ad inceppare il loro ingranaggio". Per i tifosi sarà spettacolare, visto l'altissimo livello delle squadre in campo'.

Share