Piacenza, studente manda la prof all'ospedale

Share

Torna di scena la violenza sui banchi di una scuola italiana. Uno studente di prima media ha picchiato la sua professoressa, obbligandola a recarsi al Pronto Soccorso.

Piacenza. Episodi di aggressività da parte di giovanissimi studenti nei confronti dei loro insegnanti: sarebbero almeno due i casi riportati nella nostra città, secondo quanto segnalato da Salvatore Pizzo, coordinatore del sindacato degli insegnanti "Gilda" di Piacenza e Parma.

Porta Ticinese, sfregiato murale dedicato a Falcone e Borsellino
Il murale di Falcone e Borsellino deturpato è stato realizzato nel 2013. Giovanni Falcone che spara a Paolo Borsellino con una pistola rossa.

Ormai sembra la "moda" del momento - anche giornalistica, lo ammettiamo (di casi del genere purtroppo è da tempo che succedono, ma solo ora "fanno notizia") - quella di picchiare un professore per il solo fatto di essere un professore. Nella scuola media in provincia di Piacenza, negli scorsi giorni (riporta "La Libertà") una donna è stata portata in ospedale con prognosi di 7 giorni perché un ragazzino di prima media (lo riscriviamo per farvelo capire bene, "prima media"...) ha aggredito e colpito più volte la sua prof. Il sindacato sottolinea che è grave che uno studente aggredisca il proprio insegnante "che in quanto tale rappresenta anche l'autorità statale". "Chiediamo di perseguire duramente i responsabili e che i genitori rispondano delle azioni dei figli", riporterebbe una nota inviata dal coordinatore Salvatore Pizzo. I genitori devono rispondere delle azioni dei figli. La Gilda degli Insegnanti di Piacenza e Parma inviterà formalmente l'Ufficio Scolastico Regionale dell'Emilia Romagna e l'Avvocatura dello Stato di Bologna ad agire nelle competenti sedi giudiziarie, solitamente lo fanno solo quando si tratta di "andare contro gli insegnanti" mai quando c'è da agire per tutelarli.

Share