Frontex, in aumento gli sbarchi dei migranti in Italia

Share

Valeria Arnaldi Battaglia di numeri sui migranti tra il Viminale e Frontex. l'agenzia europea della Guardia di frontiera e costiera.

Il Viminale ha però risposto a Frontex stizzito, sostenendo il contrario e fornendo altri numeri: "Sono 4.731 i migranti sbarcati in Italia nel 2018, dall'1 gennaio ad oggi, il 50% in meno dello stesso periodo dello scorso anno, quando gli arrivi erano stati 9.448". I minori non accompagnati arrivati in Italia nel primo mese del 2018 sono 621.

Lo dicono i dati del ministero dell'Interno diffusi quotidianamente sul sito web del Viminale, secondo cui i migranti sbarcati sono stati 4.731. È quanto si legge in una nota di Frontex.

Giorgia Meloni: "No a governo larghe intese". E critica Berlusconi-Salvini
In Piazza Garibaldi sono stati esposti striscioni e cartelli, tutti con un messaggio chiaro: 'Livorno i fascisti non li vuole.

Il numero di migranti arrivati in Italia attraverso la rotta del Mediterraneo centrale è salito a gennaio a più di 4.800, il doppio rispetto al mese precedente, quando le attività dei trafficanti sono state condizionate da combattimenti vicino alle aree di partenza e dalle cattive condizioni meteorologiche. "Secondo i dati preliminari, gli eritrei sono stati il più grande gruppo di migranti individuati su questa rotta, seguiti - si prosegue nella nota - da cittadini del Pakistan e della Tunisia".

In aumento negli ultimi mesi, stando ai dati Frontex, i libici che si fanno strada attraverso il Mediterraneo. Il numero è in calo del 7% rispetto a un anno fa. "Il totale mensile è approssimativamente in linea con gennaio dello scorso anno". Per quanto riguarda il Mediterraneo occidentale invece, a gennaio, la Spagna ha registrato una piccola tregua dopo il recente record di attraversamenti irregolari, diminuito di oltre un terzo rispetto a dicembre 2017. Ancora: "A gennaio, il numero di migranti irregolari che percorrevano la rotta del Mediterraneo orientale, raggiungendo principalmente le isole greche, è sceso del 43% dal mese precedente a 1.850". Si tratta di una situazione paragonabile al numero di arrivi del gennaio 2017. Siriani e iracheni sono le nazionalità più rappresentate su questa rotta.

Share