Meteo di sabato 10 e domenica 11 Febbraio 2018

Share

In serata cieli nuvolosi su tutti i settori ma con tempo asciutto, salvo locali fenomeni sull'Emilia Romagna e sulle Alpi occidentali. Al pomeriggio locali fenomeni su Appennino settentrionale, asciutto altrove ma con molte nubi.

La giornata di oggi (Domenica) continuerà a trascorrere in un velato contesto invernale con temperature di stagione e venti al più moderati, non sussistono condizioni di variabilità che vadano oltre alla coloritura e alla tipologia di copertura nuvolosa che sarà perlopiù alta e stratiforme. Le temperature massime toccheranno i quindici gradi al Sud facendo registrare un lieve calo. Mari poco mossi o localmente mossi. Il fine settimana si chiuderà con sole e cieli sereni al Centro e al Nord mentre in Sicilia e in Calabria saranno possibili residue piogge.

Ballardini: "Col Chievo, umiltà per dare continuità alla vittoria con la Lazio"
Forse è un po' stanco perché arriva da un torneo in cui ha giocato sempre. Rientra anche Spolli , ma Ballardini perde lo squalificato Rossettini.

Temperature: minime in aumento al sud ed in diminuzione sul resto del territorio; massime in calo su Emilia-Romagna e Piemonte meridionale, regioni centrali adriatiche, regioni meridionali ed isole maggiori; generalmente stazionarie altrove. In serata nuvolosità irregolare su tutti i settori ma con tempo asciutto. Venti moderati occidentali su Tirreno e Isole; in serata rinforzo della Bora sull'alto Adriatico e della Tramontana sul Ligure. Lo conferma il col. Mario Giuliacci di www.meteogiuliacci.it, secondo cui una nuova perturbazione domani, venerdì, raggiungerà l'Italia e porterà piogge diffuse soprattutto al Sud, con la possibilità di acquazzoni e temporali anche di forte intensità su Puglia, Calabria e Sicilia; nel resto d'Italia le nuvole lasceranno spazio a delle temporanee schiarite, ma non mancheranno comunque alcuni piovaschi, specie all'estremo Nordest. "Nella seconda parte della settimana la massa d'aria fredda presente sulle nostre regioni verrà rimpiazzata da correnti più miti provenienti dal medio Atlantico che determineranno un generale rialzo termico, con temperature che torneranno sopra la media dopo il calo previsto nei prossimi giorni". Mari mossi o molto mossi.

Share