I nuovi stranieri della Serie A: Bacary Sagna (Benevento)

Share

In vista del match di domenica sera che vedrà il Benevento affrontare la Roma di Eusebio Di Francesco fra le mura dell'Olimpico, parla Roberto De Zerbi che, intervistato ai microfoni de "Il Romanista", si sofferma in particolare sulle attuali condizione della sua squadra: "Sono arrivati diversi giocatori nuovi, siamo ultimi e staccati di tanto".

Si tratta di una grande squadra, con una grande società alle spalle e che gioca in un grande stadio. Dietro, davanti a Puggioni, ci saranno Venuti, Letizia, Costa e uno tra Billong e il febbricitante Djimsiti. Ma è un altro test importante anche per quello che rappresenta l'Olimpico. Dopo il 2 a 1 di Dzeko abbiamo un po' mollato.

Sanremo 2018, mistero sul marito di Michelle Hunziker:ecco cos'è successo
Favino fa notare che i due non si vedono da due settimane e magari farebbero meglio a rimandare il loro incontro visto che sono in diretta.

"Ottima persona e bravissimo allenatore". Che vuoi fare? Mi resta il rammarico perché potevamo gestire meglio quei minuti iniziali.

Dovremo difenderci con organizzazione, provando a fare qualcosa in più del possibile perché abbiamo un disperato bisogno di punti. All'andata si risolse con una vittoria esterna della Roma, che centrò la rete ben quattro volte e senza subire alcun gol. "Nella condizione in cui siamo dobbiamo cercare di ottenere risultati con chiunque". Ho intuito che Vigorito è una persona generosa e ambiziosa e che avrebbe operato ampiamente sul mercato invernale, come poi ha fatto. Avrei preferito restare attaccato alla partita più a lungo, abbiamo però commesso errori che hanno dato fiducia alla Roma e su questo dobbiamo lavorare. Sandro è frenato soltanto da qualche acciacco fisico ma è un calciatore che potrebbe giocare in top club come Juve, Roma o Napoli.

Share