Ornago, madre e figlia morte in casa: fermato un parente delle vittime

Share

Sono Amalia Villa di anni 84 e Marinella Ronco di anni 56 le due donne, madre e figlia, trovate morte in casa a Ornago.

Lorenzin attacca i No Vax: "Paure illogiche, dietro c'è un business enorme"
Ai genitori inadempienti sarà comminata una sanzione amministrativa pecuniaria che potrà variare - in proporzione alla gravità dell'inadempimento - da 100 a 500 euro .

Per almeno una settimana Villa avrebbe vissuto con i cadaveri in casa. Il fratello e zio di Amalia e Marinella è un ex operaio dell'Alcam di Ornago, molto conosciuto in paese e con un passato nel volontariato. Sul suo contro sarebbero stati raccolti alcuni indizi.Le indagini sono coordinate dalla Procura di Monza, pm Emma Gambardella e condotte dai carabinieri di Vimercate e Monza. Come riporta l'Ansa, Paolo Villa è ricoverato in ospedale in seguito a un malore ed è piantonato. Probabilmente gli inquirenti lo sentiranno nelle prossime ore. I carabinieri stanno indagando per accertare la dinamica e il movente del duplice delitto. E' ancora da capire il motivo per cui Villa sia arrivato ad uccidere le parenti, mentre non è ancora stata ritrovata l'arma del presunto duplice delitto. Nell'abitazione, in ordine, sono state trovate diverse tracce ematiche e i corpi sono stati trovati ai bordi del letto, in camera.

Share