Inter, Spalletti: lodi per Karamoh e bordata per Brozovic

Share

"Bisogna alzare la qualità e l'equilibrio senza buttare via tutto, e oggi l'abbiamo fatto al migliore dei modi". Loro hanno fatto vedere che hanno questa maturità, sanno che la strada sarà lunga e difficile.

"I ragazzi stanno facendo quello che chiedo, quindi era normale pretendere qualcosa di diverso".

Terremoto a Messina. Stanotte scossa di magnitudo 3.7
Una lite familiare ha rischiato di trasformarsi in tragedia ieri sera a Reggio Calabria . L'ipocentro, invece, è stato localizzato ad una profondità nel sottosuolo di 11 km.

Le scelte del mister possono essere più o meno condivisibili, di sicuro la temperatura ed il polso della squadra nessuno può conoscerla meglio se non proprio Spalletti. "Karamoh ha queste doti di strappo e uno contro uno, - ha sottolineato Spalletti - anche se ha bisogno di recuperare, perde palle banali e ti lascia in inferiorità numerica, ma la squadra ha sopperito col sacrificio e siamo riusciti a fare questo risultato". "Marceloera un po' nervosetto, ma non mi sembra che abbia volutoirretire il pubblico". Voi a volte quando ci dite che si punisce o si mette in castigo qualcuno, sappiate che non funziona così. L'altra spinta all'Inter l'ha data Rafinha che sicuramente dà imprevedibilità a un attacco forse ormai troppo scontato e in cui quasi tutti i giocatori (Icardi, Perisic, Candreva etc) hanno perso, al momento, ispirazione, coraggio e potenza. Il francese però ammette lo stupore quando Spalletti gli ha comunicato la titolarità nella sfida ai rossoblù: "Prima della partita non ho parlato con l'allenatore in modo particolare, mi ha detto solo di scaldarmi, che la mia velocità sarebbe stata utile e di giocare bene il pallone con i compagni, ciò che sarebbe stata la cosa più importante. Ma ripeto, non sono io a punirlo, ma è lui che non rispetta le regole". No, questo non va molto bene. La formazione nerazzurra riesce ad agguantare una vittoria che mancava da otto giornate e nonostante questo, visto il calo della Lazio, è terza in classifica, in piena zona Champions League.

Oltre due mesi senza vincere, un pareggificio assai poco consono a una squadra con grandi ambizioni. "Ha grandi qualità ma non può ancora giocare per tutta una partita". Posso dire che lo spogliatoio è unito.

Share