Fed Cup, Italia-Spagna 1-1: 'Paolini ko Errani pareggia'

Share

Sappiamo che è necessario vincere tre match sui cinque previsti, in caso di 2-2 nei singolari a decidere sarà il doppio: il rischio è concreto dopo una prima giornata in cui Italia e Spagna si sono prese un punto per parte, grazie alle vittorie nei primi due singolari di Carla Suarez Navarro su Jasmine Paolini e di Sara Errani su Lara Arruabarrena-Vecino.

Ma contro la fortissima Suarez Navarro che aveva massacrato Jasmine se, bravano esserci poche speranze.

Il programma di oggi prevede subito la sfida fra le due numero 1 di Italia e Spagna: Errani e Suarez Navarro dunque si sfideranno in una partita che certamente indirizzerà la sfida, ma che non risulterà decisiva perché a seguire si disputerà necessariamente il quarto e ultimo singolare, che sulla carta dovrebbe vedere in campo Paolini e Arruabarrena-Vecino, sempre che i due capitani non decidano per qualche cambiamento dopo le pesanti sconfitte subite ieri da queste due tenniste.

Serie A, Fiorentina-Juventus. Pioli: "Tocco di Alex Sandro volontario, era rigore"
La Juve ha continuato a vincere a Firenze le partite senza dominarle, solo che stavolta ha...esagerato nella sofferenza. Poi il palo clamoroso di Gil Dias , presagio di una serata dove la Dea Bendata non ha di certo sorriso ai gigliati.

E' la giovane Italia dell'allenatrice Tathiana Garbin che ieri in conferenza ha detto che il gruppo crescerà con il tempo, andrà "annaffiato" con amore e con pazienza. La Garbin le ha per il momento schierate in doppio: "E' una sfida difficile - dice - la Spagna è molto competitiva, ma le nostre giocatrici daranno il massimo". L'azzurra di slancio è volata 4-0, la spagnola ha evitato il 5-0, portandosi 4-1. Nel nono gioco la Arruabarrena ha salvato due set-point ma su quello successivo la Chiesa ha incamerato il primo parziale per 6-4.

Sara Errani ha trascinato le azzurre nel World Group II di Fed Cup. Nel settimo game con due rovesci micidiali, uno d'attacco lungo linea e l'altro incrociato, l'italiana si è procurata per la terza volta un break di vantaggio e poco dopo, con un ace al centro, è riuscita finalmente a confermarlo salendo 5-3. Nel primo set, l'azzurra ha strappato subito il servizio alla Arruabarrena ma la spagnola si è ripresa immediatamente. Chiesa è salita 5-1, si è fatta riagguantare sul 5 pari, si è procurata un match-point con un ace ma non lo ha sfruttato. Ma noi abbiamo un cuore grande, quello del gruppo che si sta formando. E lei mi ha risposto: "'Come una leonessa".

Share