Travagliato, papà lo rimprovera per la scuola: bimbo di 8 anni s'impicca

Share

È accaduto a Travagliato, in provincia di Brescia, in una famiglia pakistana.

Come riporta BresciaSettegiorni.it un bimbo si è impiccato. Dopo i vani tentativi di farsi aprire, i genitori hanno forzato ed aperto la porta, trovando il figlio senza sensi steso a terra.

Il bimbo è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Civile di Brescia dopo ora di pranzo, ma a causa delle sue condizioni - apparse gravi fin da subito - non è riuscito a superare la notte.

Terremoto, il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi indagato per omicidio colposo
I lavori di ripristino non sarebbero stati fatti seguendo le norme tecniche di costruzione in zone sismiche . Ma, con la scossa devastante del 24 agosto, la palazzina era venuta giù.

Lo scrive il Giornale di Brescia: una vicenda che ha dell'incredibile, una reazione che mai ci si potrebbe aspettare da un bambino così piccolo. A scoprire il corpo inerte del bambino che, dopo il pranzo, sarebbe dovuto tornare a scuola sono state la madre e la sorella.

Invece, il piccolo non ce l'ha fatta: troppo grande era la rabbia e lo sdegno per quel rimprovero subito dai genitori - ed in particolare dal padre - straziati ora dal dolore. Un ragazzo di tredici anni si sparò con il fucile del padre; a Orzinuovi, tra anni dopo, sarebbe avvenuto un fatto dalla stessa dinamica.

I genitori sono rimasti profondamente sconvolti quando hanno scoperto che il loro figlio aveva deciso di farla finita, improvvisamente, impiccandosi con una sciarpa fissata ad un armadio.

Share