Lo Monaco: "Bisceglie-Lecce a porte chiuse? Decisione che non capisco"

Share

"A questo si aggiunge che loro hanno un nuovo allenatore e poi contro la capolista la concentrazione è sempre più alta". Il calcio senza i tifosi non è calcio.

Il trainer giallorosso, in conferenza stampa giovedì, si è presentato tranquillo ma allo stesso tempo consapevole dei rischi cui il suo team andrà incontro: "Manca un giorno al derby, la squadra sta bene e soprattutto sa che il Bisceglie è una compagine da non sottovalutare perché affronta ogni formazione in modo aggressivo, senza mai abbassare la testa, com'è peraltro avvenuto all'andata". Nella gara di domani ci sono tutte le trappole per un calo di tensione, noi non possiamo permettercelo. Il Bisceglie ha qualità, fisicità nonché gli elementi per metterci in difficoltà. Nel ruolo di trequartista abbiamo ora tre possibilità, con Tsonev, Torromino, che a Rende ha fatto molto bene in quella posizione, e Costa Ferreira che ha recuperato appieno. Il portoghese è tornato al 100%, è tornato in condizione ed è tornato guarito.

Olimpiadi PyeongChang 2018 - il programma di giovedì 8 febbraio
Il nostro alloggio è molto grande e ben organizzato, Alessandro ha una camera indipendente che gli permette di restare rilassato. Dal giorno seguente comincia il palinsesto che accompagna gli spettatori per tutti i successivi 15 giorni.

Tale inaspettata e fulminea ristrutturazione dello stadio ha consentito di riaprire la gara al pubblico ma non ai residenti in provincia di Lecce che per arrivare a Bisceglie dovranno transitare su Bari, circostanza questa del tutto imprevedibile al punto da imporre, una volta scoperta, la restituzione dei biglietti già acquistati ai tifosi leccesi. Allenarli è un piacere, poi è normale che nella settimana prendo delle sensazioni e delle valutazioni. In attacco avevamo le idee chiare, mai messo in discussione nessuno; in estate potevamo prendere Saraniti a zero, ma abbiamo virato su Ripa che sta tornando ai livelli che tutti conosciamo.

Share