Sanremo 2018, Baudo superospite rievoca le sue tredici edizioni

Share

A fare ciò è il fidato Roberto Farruggia, hair stylist della Hunziker da diversi anni. Va bene per un minuto, poi stanca.

E' iniziata con Lorenzo Baglioni e il suo Congiuntivo la gara delle Nuove Proposte al festival di Sanremo.

Segue Giulia Casieri con Come Stai: lei è bellissima, ma non balla. Conclude la prima parte della sfida Alice Caioli con Specchi rotti.

La sfida dei campioni la aprono Le Vibrazioni: Così sbagliato al secondo ascolto cresce. Tocca a Nina Zilli con Senza appartenere. Sul palco dell'Ariston tornano per interpretare il Nessun dorma, che suona come una minaccia. "E' un grande piacere", dicono. Ma solo per loro. "Una strana forma d'arte, piccola ma breve ma che ha una grande forza". Adesso si conferma un gran bel brano, ovviamente la giuria demoscopica lo ha bocciato nella prima serata.

Nel 1984, all'edizione di Sanremo con Pippo Baudo sono presenti anche Edy Angelillo, Elisabetta Gardini, Tiziana Pini, Iris Peynado e le piccole Isabella Rocchietta e Viola Simoncioni: tutte loro lo affiancano come vallette. Fulminante Baglioni: "La vecchiaia è brutta, ma l'alternativa è peggio".

Читайте также: Isola, Francesco Monte rifiuta l'invito in studio e spiega le motivazioni

Festival di Sanremo: Pippo Baudo snobbato da Michelle Hunziker e Claudio Baglioni? Fu Domenico Modugno, con "Nel blu dipinto di blu", a conquistare il suo cuore. Ai due si aggiunge anche Favino (per fischiettare). "Questo festival oltre che un concorso, vuole essere una mostra". Presenta Elio e le Storie Tese. "Sanremo è Sanremo se si cantano le canzoni... dopo". Poi saluta a malincuore: "Ci vediamo l'anno prossimo". E questa incursione stasera ci ha ricordato lui. E in effetti Biagio fatica, mentre il direttore artistico dà il meglio di sé.

Sting omaggia Zucchero con 'Muoio per te', cantata in italiano, prima di duettare con Shaggy sulle note di 'Don't make me wait'. Un raegettino da aperitivo sulla spiaggia.

Nel "duetto" tra Claudio Baglioni e Franca Leosini su Questo piccolo grande amore prende vita un crossover tra Storie maledette e una delle più famose canzonette della nostra storia. Come sempre ha una grande forza morale e la voglia di esprimersi di fronte a un pubblico splendido. Il risultato non è dei migliori: lo sketch appare come un po' troppo forzato, ma a lei perdoniamo tutto.

La competizione riparte con la poesia di Lucio Dalla portata al Festival dal suo vecchio amico Ron. Dopo Rosalino Cellamare arriva Renzo Rubino, che era convinto di passare una sera tranquilla di riposo, e invece si è ritrovato sul palco al posto della coppia sospesa Meta-Moro. Claudio Baglioni entra in scena e inizia a cantare la prima strofa. Poi arrivano anche i tre tenorini del Volo. E bon, la magia finisce subito.

Il tributo a SuperPippo si chiude con un aneddoto.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2018 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Share