Chiellini: "Il Mondiale senza Italia è un pugno nello stomaco"

Share

Non sono mai stato il migliore rispetto ai miei coetanei. È sicuramente uno dei migliori. Negli ultimi 10 anni i nostri allenatori hanno provato a imitarlo senza avere le sue competenze col risultato che i tecnici italiani hanno perso la propria identità. Ero come il brutto anatroccolo perché non sono bello da vedere, ma sono sempre migliorato. Non c'è davvero nessun segreto: "solo tanta passione e lavoro". Le stesse, probabilmente, che mette in campo ogni giorno Antonio Conte: "E' un sergente". Quando finisci di allenarti, non sei stanco, sei morto. Nei 40 giorni all'Europeo in Francia è stato come entrare in un altro mondo.

Poi le accuse a Pep Guardiola, attuale allenatore del Manchester City.

Giorgio Chiellini, difensore della Juventus, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni del 'Daily Mail' parlando di se stesso, della Nazionale e dei difensori italiani. Negli ultimi dieci anni non abbiamo lanciato più difensori ad altissimi livelli, eccezion fatta per Bonucci. Spero che adesso ricominceremo e rilanceremo il calcio italiano.

Superenalotto: con un cinque vince 17mila euro
Nella frazione confinante col nostro Comune di Spoltore sono stati vinti ben 17mila euro al Superenalotto . Nel frattempo il Jackpot vola sempre più in alto, ha raggiunto i 95,4 milioni di euro.

Un rilancio, quello del calcio italiano, che di certo non potrà passare dal Mondiale di Russia.

Ai tempi di Conte la Nazionale almeno si qualificava per le competizioni internazionali: "Questa estate sarà un pugno nello stomaco. Leggerò gli articoli e controllerò i risultati, ma non credo che riuscirò a star seduto davanti alla TV a guardare le partite". "Il mancato arrivo al Mondiale è la prova tangibile del nostro problema".

Infine una riflessione sulla Champions e sulla prossima avversaria della Juve, il Tottenham: "Mi piace la loro coppia di difesa, Vertonghen e Alderweireld".

Share