Agguato a Napoli, uccise due uomini

Share

L'auto sulla quale viaggiavano e' stata bloccata frontalmente da una moto con due uomini a bordo che hanno estratto le pistole che avevano in tasca e fatto fuoco almeno dieci volte. La zona è ritenuta sotto il controllo del clan Lo Russo, in guerra contro i Nappello. Toccherà a loro ricostruire la dinamica dell'agguato e condurre le indagini per risalire all'identità dei killer.

Palumbo finì in manette del 2003 e avrebbe dovuto espiare 8 anni di carcere. Il suo nome compare in un'intercettazione ambientale tra Salvatore Lo Russo, all'epoca capo dei Capitoni, Raffaele Perfetto e Oscar Pecorelli, braccio armato del clan.

Diritti, De Siervo: 'TV della Lega? E' un'ipotesi, ecco perchè'
"Il calcio avrà un'esposizione maggiore, nel giro di un mese e mezzo verranno formalizzati gli accordi fra MediaPro e le piattaforme .

Le vittime: il 53enne Biagio Palumbo e il 57enne Antonio Mele. I sicari hanno affiancato i due che erano in auto. Sul posto, per eseguire i rilievi, ci sono i carabinieri della compagnia Vomero. Il primo quello di un falso omicidio costruito come un film.

Sul posto, il personale sanitario ed i medici del 118, che però non hanno potuto constatare altro che il decesso dei due uomini all'interno della vettura.

Share