Italo, offerta da 1,9 miliardi di dollari da un fondo Usa

Share

Nel 2003 è direttore generale della Rai, Da novembre 2005 a maggio 2014 (per tre mandati consecutivi, il massimo consentito) ha ricoperto la carica di amministratore delegato di Terna, mentre dal 2014 al 2016 entra nel consiglio d'amministrazione, per poi diventare ad, di Nuovo Trasporto Viaggiatori. Infatti, sul tavolo del CdA dell'azienda è arrivata un'offerta per l'acquisto totale della compagnia da parte del Fondo americano Global Infrastructure Partners. Secondo le prime voci, l'offerta del fondo per il 100% della società sfiorerebbe i due miliardi di euro, vale a dire 1,9 miliardi di euro più i debiti pari a 450 milioni di euro. Per questo motivo martedì pomeriggio si riunirà un consiglio di amministrazione per discutere il da farsi.

L'offerta è condizionata alla definizione di una documentazione contrattuale di reciproca soddisfazione per tutte le parti e all'ottenimento dell'autorizzazione da parte dell'Autorità della concorrenza europea.

Italo, offerta da 1,9 miliardi di dollari da un fondo Usa

La vendita ovviamente impedirebbe il collocamento delle azioni in Borsa come previsto dal piano del gruppo. Una nota ufficiale di quest'ultimo precisa che si svolgerà oggi alle 15.00 un consiglio d'amministrazione per valutare tale offerta, che contempla anche la conferma dell'ad Flavio Cattaneo e del presidente Luca Cordero di Montezemolo negli attuali ruoli, oltre alla possibilità per gli attuali azionisti di riacquisto di una quota del 25%.

Corruzione: 15 arresti per due associazioni a delinquere
Lo aveva avvertito un collega anche lui già indagato e condannato per vicende analoge, Maurizio Musco . L'ex pm sarebbe anche coinvolto in quello che riguarda il cosiddetto caso Eni.

Share