Gomorra, 5mila euro al boss per la villa dei Savastano: Cattleya smentisce

Share

L'accusa arriva dall'imputato del processo che avrebbe dichiarato che Cattleya, per girare le ultime scene della prima stagione in Villa Savastano, casa del boss Franco Gallo, avrebbe pagato 5mila euro di tangente. Io l'ho portata a zì Filuccio. E' Gennaro Aquino nel tribunale oplontino di Torre Annunziata a chiamare in causa i vertici della Cattleya, la società di produzione delle tre fortunate edizioni di Gomorra. "Tutti sapevano e la produzione mi ha anche rimborsato i soldi che ho consegnato a Gallo". L'imputato, secondo quanto riportato da Il Mattino, ha inoltre raccontato che la busta con i soldi finì direttamente nelle mani di Francuccio 'o pisiello. "Però posso dire che Raffaele Gallo aveva minacciato di non farci più mettere piede nella casa per fare le riprese, io ero molto spaventato perché gli avevo dato la "mano di parola" e in questi casi è pericoloso non rispettare gli accordi che prendi". E il giorno prima del verdetto, atteso per oggi 7 febbraio, l'imputato si autoaccusa e punta il dito: "Uno della produzione mi portò una busta chiusa con all'interno 5mila euro". Mille euro li ho ritirati direttamente dal mio conto corrente. Visibilmente contrariato spiega come nessun soldo sottobanco alla camorra sia stato passato."Abbiamo girato centinaia di location, mai incontrato difficoltà di questo tipo". Ieri l'argomento è tornato di moda visto che c'è stata una nuova udienza in cui si sono ribadite le rivelazioni del pentito ma anche il fatto che Cattleya, la casa di produzione di serie come Gomorra e Suburra, si è detta estranea ai fatti.

Raggiunto da Il Mattino, il manager della casa di produzione Riccardo Tozzi si difende: "Gli unici soldi dati per girare delle scene in una villa di Torre Annunziata sono quelli dati - ovviamente in chiaro - all'amministratore giudiziario, il titolare della custodia del locale".

Conan il Barbaro: Amazon ordina la serie tv
Conan il Barbaro potrebbe tornare in azione molto presto, anche se non nel modo in cui molti si sarebbero aspettati. I produttori esecutivi saranno Condal e Sapochnik insieme a Littlefield .

La condanna è arrivata ad opera del giudice monocratico del tribunale di Torre Annunziata, Gabriella Ambrosino.

Share