Germania/ Accordo Merkel-Schulz, nasce la Grosse Koalition: ecco i ministri

Share

Dopo 24h di negoziato alla fine l'intesa è stata trovata.

Il fatto che all'Spd sia andato l'importante ministero delle Finanze - di cui fino a poco fa era titolare il conservatore Wolfgang Schaeuble - lascia intendere che i conservatori sono stati costretti a fare importanti concessioni all'Spd per giungere a un accordo.

"Stanchi. Ma felici. Il contratto c'è!" scrivono su un gruppo di WhatsApp del partito i vertici dell'Spd.

L'SPD di Schulz si è accaparato anche altri due ministeri fondamentali: Esteri e Lavoro. La lunga e laboriosa mediazione tra Merkel e i socialdemocratici guidati da Martin Schulz si è conclusa dopo una maratona no-stop nelle ultime 24 ore.

Spreco alimentare: ogni italiano butta 145 Kg di cibo all'anno nella spazzatura
Ristorante Solidale lancia l'iniziativa " Salva spreco a domicilio " per contribuire e sensibilizzare sulla riduzione del fenomeno dello spreco alimentare .

I primi ministeri della Grosse Koalition sono già stati assegnati. La direzione del partito ha programmato una serie di incontri con la base per spiegare l'accordo: dovrà convincere i Jusos, i 'giovani' che sono particolarmente ostili a una nuova alleanza con Merkel.

Martin Schulz dovrebbe diventare il ministro degli Esteri e il suo fedelissimo Olaf Scholz, attualmente sindaco di Amburgo, invece, ministro delle Finanze. La Cdu avrebbero Economia e Difesa, e Horst Seehofer della Csu diventa ministro dell'Interno.

Spd e Cdu-Csu si erano dati come scadenza per trovare un accordo domenica scorsa, 4 febbraio. Esse riguardavano la distribuzione degli incarichi ministeriali, la riforma della sanità e i contratti di lavoro a tempo determinato.

Share