Elezioni 4 marzo 2018, Renzi: concordo con Berlusconi, mai più larghe intese

Share

"Comunque - aggiunge la Meloni - la manifestazione fratelli d'Italia la farà: il 18 febbraio tutti i nostri candidati al Parlamento saranno a Roma, perche' la questione non riguarda i leader: riguarda anche i singoli parlamentari che si devono impegnare di fronte al popolo italiano".

"Abbiamo scelto questa piazza - ha iniziato il consigliere regionale e candidato alla Camera Giovanni Donzelli - perché è il simbolo del potere renziano e della sua ignoranza e anche della sua incapacità considerando il suo erede Nardella". "E' passato dal centrodestra al centrosinistra con grande facilità - ha detto Donzelli -, fiorentini tenete presente che è molto più vicina a chi è dalla parte dei deboli una persona come Letizia Giorgianni che uno dei leader del Pdl fiorentino all'epoca di Denis Verdini". Si dovrebbe chiamare partito socialdemocratico.

Superenalotto: con un cinque vince 17mila euro
Nella frazione confinante col nostro Comune di Spoltore sono stati vinti ben 17mila euro al Superenalotto . Nel frattempo il Jackpot vola sempre più in alto, ha raggiunto i 95,4 milioni di euro.

Non vediamo però una proposta reale, la sensazione è quella che le forze politiche in campo continuino a guardare il Sud come mero bacino di voti: un territorio dove raccogliere ma non seminare, semmai dare il contentino con il consueto assistenzialismo che altro non fa che impedire lo sviluppo sano dell'area e ingrassare soltanto le vecchie classi di imprenditori locali. Fratelli d'Italia al Governo metterà la parola fine a questo far west: "se ai giudici non sembrano abbastanza chiare le leggi italiane, scriveremo nella Costituzione che un bambino ha diritto ad avere un padre e una madre".

Matteo Renzi e Silvio Berlusconi si trovano già sulla stessa lunghezza d'onda ancor prima delle elezioni del 4 marzo 2018.

Share