Gli stipendi d'oro dell'Ars? Il dibattito si accende all'Arena di Giletti

Share

Ad accogliere il giornalista in studio, dopo il malore di domenica scorsa e il ricovero in ospedale, un lungo e sentito applauso, che si è fatto ancor più caloroso dopo il simpatico errore. Ma l'emozione della camera da ripresa sembra aver tradito la sicurezza del conduttore che a inizio puntata saluta il suo pubblico con una gaffe: "Buonasera a tutti, siamo tornati qui al timone di Non è la Rai..."

Al posto della diretta di 'Non è l'Arena' la rete ha mandato un blocco registrato della stessa trasmissione. Si confronteranno su questo tema Giuseppe Milazzo presidente del Gruppo di Forza Italia all'Ars, Antonio Ingroia candidato nella Lista del popolo per la Costituzione e Don Cosimo Scordato. Nella puntata di stasera, di Non l'arena, Giletti ospiterà i politici, impegnati nella campagna elettorale in vista delle prossime elezioni del 4 marzo e darà voce alle persone che si trovano in una situazione di difficoltà. Milazzo non riesce a ribattere, poi arriva il chiarimento tra il conduttore e il parlamentare siciliano.

Bufera sull'aspirante senatore del M5S, Di Maio: "Dessì rinuncia alla candidatura"

Su questa terribile vicenda e sul successivo raid punitivo del leghista Luca Traini si è scatenata una furiosa polemica politica, stigmatizzata da Salvini, che ha ricordato come a suo modo di vedere la responsabilità di questa e di tante altre spaventose vicende di cronaca nera accadute in Italia negli ultimi tempi ricada sui governi di centrosinistra che hanno spalancato porte e finestre del Paese a centinaia di migliaia di clandestini, presunti rifugiati politici ma spesso autentici delinquenti. Ospiti in studio due sue ex allieve, Carla Pernice che ha frequentato il corso per tre anni e Rosa Calvi che ha denunciato per prima di aver rifiutato di firmare il contratto da "borsista". In merito alla questione degli stipendi d'oro, il forzista ribadisce la volontà e l'impegno nel tagliarli, ripristinando il tetto.

Share