Nonostante VMProtect e Denuvo anche Assassin's Creed Origins è stato craccato

Share

Secondo vari rumor, il prossimo Assassin's Creed sarà ambientato in Cina probabilmente durante la Dinastia Ming o in Giappone nello stesso periodo storico.

È dal 2007 che azione, avventura, intrighi e una buona dose di nozioni storiche si incontrano - e scontrano - nella celebre saga di Assassin's Creed. Se tanto dobbiamo dire cose a caso basandoci solo sul nome allora io propongo che Assassin's Creed Dynasty parli degli Agnelli.

Stando ad alcune fonti, Ubisoft sarebbe già al lavoro su un nuovo capitolo della sua serie di punta incentrata sugli assassini.

Il team di animazione di Technicolor ha lavorato a molti grandi giochi in passato, come i franchise di FIFA, Call of Duty e Resident Evil e, in seguito a delle ricerche, si è scoperto che la compagnia ha anche lavorato con Ubisoft in passato.

Nel 2017 recuperati 20 miliardi dall'evasione fiscale
Dei 20,1 miliardi di euro recuperati con il contrasto al sommerso, 6,5 miliardi arrivano dalla definizione agevolata dei ruoli . Gli altri enti di credito quali l'Inps , l'Inail i ministeri e i Comuni hanno invece riscosso altri 5,7 miliardi di euro.

Mettendo tutto questo insieme, si potrebbero fare delle supposizioni: Assassin's Creed Dynasty (titolo non ancora confermato) potrebbe includere Shao Jun, e potrebbe essere ambientato nel periodo della dinastia Ming.

Già in passato Ubisoft aveva utilizzato la stessa ambientazione per lo spin-off Assassin's Creed Chronicles: China, un episodio assai particolare che, in due dimensioni e mezza, ci metteva nei panni di Shao Jun, che potrebbe quindi tornare come protagonista in Dynasty.

Queste voci di corridoio sono state ritenute credibili da Jason Schreier, giornalista di Kotaku; ma allo stesso tempo non c'è nessun altra possibile informazione sull'ipotetico titolo, neanche sul protagonista (o sulla protagonista).

Share