M5s Veneto ai candidati: "trovate nefandezze e foto imbarazzanti" su concorrenti

Share

Di ciascuno dovrà essere tirato fuori " tutto il peggio che si può tirar fuori". Così il Movimento 5 Stelle in Veneto ha deciso di impostare la campagna elettorale per le elezioni politiche del 4 marzo. Il messaggio ai candidati è chiaro: "In questa campagna elettorale faremo molta comunicazione 'negativa' sui partiti e sui candidati che corrono in Veneto". "I nomi sono pubblicati su tutti i giornali - spiega - buon divertimento". La vicenda è stata inizialmente raccontata dal quotidiano Il Gazzettino ed ha subito suscitato un certo clamore anche a livello nazionale. A una richiesta di chiarimenti in merito l'interessato, il giornalista Ferdinando Garavello, avrebbe risposto che "si tratta di un'operazione trasparenza".

"Il concetto è che se i nostri candidati hanno di fronte un condannato, un personaggio impresentabile, è importante che ce lo facciano sapere".

Bruno Peres e il no al Genoa: "Voglio riscattarmi con la Roma"
Il brasiliano era coinvolto nello scambio con Laxalt ma ha scelto di rimanere in giallorosso. Non avrei potuto lasciare in questo modo.

La posizione del movimento viene poi precisata da Marco Brugnerotto, candidato e parlamentare uscente, durante la conferenza stampa di presentazione dei candidati a Padova: "Sono istruzioni male interpretate, vogliamo solo far emergere gli scandali, come Berlusconi incandidabile e Ghedini ricandidato con il 99% di assenze, cose risapute non gossip". "La vera nefandezza, imbarazzante e squallida - prosegue Marcon - è il messaggio inviato". Siamo davvero certi che sia questo il modo più "onesto" di fare politica? Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia: "Che dice il candidato premier Luigi Di Maio?".

Share