Callejon: "Siamo forti e lotteremo fino alla fine!"

Share

José Maria Callejon Bueno, esterno offensivo del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss.

Sulla fazione spagnola presente al Napoli: "Non è facile giocare al Real ma anche chi non ci ha giocato è forte. le merengues restano il club più forte del mondo". "Ora viene la parte difficile".

Sulla sfida contro il Bologna: "Vincere è stato importante perchè abbiamo mantenuto la calma dopo il gol subito". Siamo consapevoli di essere una squadra forte e va dimostrato ad ogni domenica in campo. "Mondiali? È un mio obiettivo e ci spero, ma io lavoro prima di tutto per far bene col Napoli". Il match contro i bianconeri del 22 aprile sarà sicuramente decisivo. Lavoriamo bene, ce lo meritiamo, ma dobbiamo restare concentrati. Abbiamo detto ai giovani che manca ancora la parte più difficile del campionato, le gare sono piene di pressione. Speriamo di festeggiare alla fine del campionato. Le altre squadre però possono risalire e per questo motivo noi non dobbiamo sbagliare nulla per lasciare le altre contendenti il più lontano possibile.

Marche, Elezioni Politiche, le liste dei candidati
E' in lista anche il direttore di Panorama Giorgio Mulé e il direttore di Qn, Andrea Cangini. Dunque + Europa di Emma Bonino, tra l'1 e il 2 per cento.

Le vittorie contro Atalanta e Bologna: "Portare a casa i tre punti a Bergamo ci ha dato ulteriore fiducia, si tratta di un campo complicato per noi".

Sul rientro degli infortunati: "Milik e Ghoulam sono felici e pian piano riemtreranno sulla squadra". Arriviamo tutti i giorni a Castel Volturno per questo, per fare bene.

Sullo spirito del gruppo: "Siamo felici di quello che stiamo facendo perchè siamo contenti di quello che stiamo facendo". Mertens? E' importante, anzi fondamentale per noi. Se fa gol ed è felice rende anche noi molto felici. Basta vedere come Sarri ha utilizzato la rosa azzurra in questi anni per capire che saranno loro a giocare sempre, gli stessi. "Adesso sono concentrato sul Napoli, devo tanto a questa squadra e alla città, poi se arriva pure la nazionale, sarei davvero soddisfatto". Il mister ci ha trasmesso questa idea di calcio, è merito di Sarri e dello staff se giochiamo in questo modo. Ora inizierà il periodo con le partite più calde, andremo avanti passo dopo passo.

Share